Microsoft
Microsoft regala il Surface pro 3 a Mohamed

La storia che stiamo per raccontarvi ha davvero dell’incredibile. Protagonista è Ahmed Mohamed, un ragazzo di 14 anni accusato ingiustamente di aver portato una bomba nella sua scuola. Saputa questa vicenda, Microsoft cerca di ridare il sorriso a Mohamed regalandogli un Surface Pro 3 e non solo.

Anche le grandi aziende come Microsoft manifestano il loro “cuore” quando nel mondo accade qualcosa di spiacevole. L’azienda statunitense, e in particolare il suo CEO Satya Nadella, saputa l’ingiustizia subita da un ragazzo di 14 anni, si è mobilitata per cercare di far dimenticargli la spiacevole situazione e ridargli il sorriso.

La scorsa settimana Ahmed Mohamed ha portato a scuola qualcosa che ha fatto scattare l’allerta bomba nell’istituto. Il liceale del Texas aveva costruito un orologio digitale e, portandolo fuori dal suo astuccio, pensava di ricevere gli elogi dal suo professore. In realtà si è verificata una spiacevole situazione che è espressione di razzismo e pregiudizio.

Il professore, visto il nome dello studente, ha pensato che quell’orologio potesse significare una sola cosa: una bomba. Allertato il preside e la polizia, il povero Ahmed si è ritrovato in manette. I poliziotti hanno chiesto al ragazzo di spiegare cosa fosse quell’oggetto e non convinti della risposta hanno interrogato il giovane per ore e alla fine le accuse sono state ritirate.

Leggi anche:  Bing: nuova versione aggiornata per iPhone
orologio digitale
L’orologio digitale costruito da Mohamed

Saputa la vicenda, il CEO di Microsoft Satya Nadella, ha cercato di consolare Mohamed regalandogli un Surface Pro 3 e tanti altri gadget. Il ragazzo vuole frequentare il Massachusetts Institute of Technologye e ha anche ricevuto un invito da parte del presidente che è curioso di vedere questo orologio.

Una storia che ci fa capire come i pregiudizi siano presenti in maniera significativa nella società odierna ed è doveroso fare i complimenti a Microsoft che ha cercato di consolare Mohamed facendogli dimenticare in parte questa brutta vicenda.