OnePlus 2
Ancora problemi per il sistema ad inviti di OnePlus 2.

OnePlus 2 vuole ricalcare in tutto e per tutto le orme del modello precedente, anche nei difetti. Infatti, qualcosa ancora non funziona nel criticatissimo sistema ad inviti adottato dalla marca cinese.

Come è già successo per One, anche OnePlus 2 è stato messo in vendita in tutto mediante l’ormai noto sistema ad inviti. Un metodo che ha sempre fatto storcere il naso a chi ha avuto intenzione di acquistare questo dispositivo mobile e che continua a mostrare più di qualche falla. La marca cinese aveva inizialmente garantito che l’invito sarebbe stato molto più semplice da ottenere rispetto al recente passato. Non sembra che la promessa, almeno fino ad oggi, sia stata mantenuta.

I modelli stanno iniziando ad arrivare in ritardo in tutto il mondo. In origine, vi era un ritardo per la consegna di OnePlus 2 soltanto nel Nord America, quantificabile in 2-3 settimane. L’azienda ha però riferito che la problematica sarà diffusa anche in altre regioni del nostro pianeta. Come motivazioni ufficiali, OnePlus ha parlato della possibilità di spendere più soldi per sviluppare il prodotto e della facilità di spedire i cellulari direttamente i clienti. Fattori che, in teoria, avrebbero dovuto accelerare il processo degli inviti, anziché rallentarlo.

Leggi anche:  OnePlus 6T sarà lanciato (forse) nel 2018, parola di Carl Pei

“Ci concentriamo – spiegano i vertici della marca – sulla creazione del miglior prodotto possibile, e facciamo in modo che si diffonda da solo mediante il metodo del passaparola, fondamentale anche per OnePlus 2. Ciò ci consente di distribuire i nostri prodotti direttamente ai consumatori, in maniera molto più efficiente”.

In realtà, secondo alcune fonti ben informate, il ritardo degli inviti di OnePlus 2 sarebbe dovuto ad uno sviluppo non ancora completato del sistema operativo Oxygen OS. In pratica, lo smartphone non è ancora pronto per essere consegnato ai potenziali clienti, e ogni persona che lo riceverebbe non sarebbe altro che un tester.

“Le prime recensioni – ribadisce OnePlus – sono state positive, ma noi pensiamo di poter fare molto meglio. Stiamo lavorando in maniera ossessiva su Oxygen OS per migliorare l’esperienza complessiva del prodotto. Inoltre, abbiamo notato che il cavo USB relativo al sistema operativo non è ancora all’altezza dei nostri standard. Un problema da risolvere alla base”. In pratica, per ricevere il tanto caro OnePlus 2, si dovrà pazientare ancora per un po’.