Lo Snapdragon 820 sarà adottato da oltre 30 smartphone
Snapdragon 820

Il SoC Snapdragon 820 in questi giorni è al centro dell’attenzione dopo che Qualcomm ha rivelato alcune delle nuove funzioni presenti nel processore che dovrebbe essere lanciato nel primo trimestre 2016. Le società interessate a montare questo processore sembrano essere davvero molte.

Dai rumor che circolano sembrano essere oltre 30 gli smartphone che, nel 2016, monteranno come SoC lo Snapdragon 820. A confermare la notizia è stato un rapporto proveniente dalla Cina che afferma come il presidente di Qualcomm Frank Meng, abbia rivelato che saranno molti i produttori di smartphone intenzionati ad utilizzare questo processore. Aggiungendo inoltre che ci sono non meno di 30 dispositivi basati su questo SoC in fase di pianificazione e progettazione.

Uno di questi sembra si tratti proprio del Samsung Galaxy S7, con la casa coreana orientata ad abbandonare la soluzione del chipset “fatto in casa”, almeno per quanto riguarda il mercato internazionale.

Processo produttivo FinFET con architettura Kryo

Con questo processore, Qualcomm passerà al processo produttivo FinFET a 14 nm, abbandonando i core ARM Cortex standard, e passando all’architettura proprietaria Kryo. Il nuovo processore sarà il primo a supportare la tecnologia Zeroth, una piattaforma che migliorerà le prestazioni fotografiche, offrirà una connettività intelligente e una maggiore sicurezza.

Con questo processore farà il suo esordio anche la tecnologia Snapdragon Smart Protect, una soluzione per la protezione in tempo reale contro i malware, garantendo inoltre maggiore sicurezza dei propri dati personali.

Leggi anche:  Qualcomm Snapdragon 845 è stato annunciato ufficialmente, ecco il nuovo SoC

Adreno 530 per prestazioni grafiche al top

Affianco lo Snapdragon 820 ci sarà  la GPU Adreno 530, ecco le principali caratteristiche:

  • Performance superiori del 40% rispetto alla Adreno 430.
  • Consumi inferiori del 40% rispetto alla Adreno 430.
  • Compatibilità con gli standard OpenGL ES 3.1 e AEP (Android Extension Pack), Renderscript, OpenCL 2.0 e Vulkan (qui per maggiori informazioni).
  • Migliorata la gestione energetica e le tecniche di rendering, composizione e compressione.
  • Supporto garantito con lo standard HDMI 2.0 con possibilità di riprodurre filmati in 4K (H.265) a 60 fps.

L’ISP (Image Signal Processor) Qualcomm Spectra sarà utilizzato solo in abbinamento allo Snapdragon 820, ecco le caratteristiche principali:

  • Doppio ISP a 14-bit con supporto per tre fotocamere in contemporanea, risoluzione massima 25 megapixel a 30 frame per secondo.
  • Qualità fotografica migliorata grazie al sistema di autofocus ibrido.
  • Consumi energetici migliorati.

Il rilancio di Qualcomm tramite lo Snapdragon 820

Dopo i numerosi problemi di surriscaldamento che affliggono lo Snapdragon 810, Qualcomm punta tutto su questo nuovo SoC per rilanciarsi, grazie alle sue nuove funzionalità e alla GPU Adreno 530 per una potenza grafica senza precedenti. I primi esemplari di prova di questo processore saranno inviati ai produttori nel mese di ottobre.