mcafee
L’eccentrico miliardario John McAfee, creatore dell’omonimo software antivirale, ha rilasciato una piccola intervista su Reddit in cui parla dello stato attuale degli antivirus, ma anche del suo passato!

Come possiamo immaginare, la prima domanda posta a John McAfee in questa intervista, riguarda sicuramente il motivo del suo abbandono della società da lui fondata, la quale come sappiamo oramai è diventata una vera e propria software house di tutto rispetto, ed è proprio per questo che John decise di abbandonare la nave.
“La società è cresciuta ed è diventata una grande compagnia”, scrive lui, “Quando ho iniziato eravamo in 4 e avevamo un profitto da 10 milioni l’anno, potevamo vivere di rendita, ma poi sono arrivati i venture capitalist e hanno voluto farci crescere”…”passavamo il nostro tempo tra riunioni e meeting, prima analizzavo virus, poi sono diventato contabile, la società era diventata grande, dunque impossibile per essa continuare a mantenere la sua forma nativa”. Dunque il motivo del suo abbandono è da ricercarsi in politiche differenti da quelle iniziali, e soprattutto to che la stessa azienda presumibilmente non rispecchiava più le sue aspettative, tuttavia, John non si è mai dichiarati triste per la via intrapresa dalla stessa azienda, infatti, le sue dichiarazioni continuano con lui che si rende estremamente felice per l’acquisto da parte di Intel, il quale ha realmente risanato l’azienda che a detta sua, era diventata davvero un disastro. “Il peggior software del pianeta”, ecco come descrive il suo antivirus, “Effettuava scansioni tutto il tempo ed era estremamente lento, li avrei licenziati tutti”, insomma, l’espansione aveva rovinato definitivamente il software iniziale incentrato sulla velocità.

Come potete intuire, questa dichiarazione ha scatenato una domanda abbastanza ovvia, riguardante l’antivirus utilizzato dallo stesso McAfee, il quale avrebbe dichiarato “Penso che gli antivirus siano basati su una tecnologia vecchia e non più adatta, gli hacker sono almeno 10 anni avanti dunque un software antivirale non ha più senso”. Tuttavia, lo stesso McAfee ci tiene davvero molto alla sicurezza, infatti avrebbe dichiarato di utilizzare internet sul proprio smartphone solo ed esclusivamente in caso di estrema necessità, di non attivare mai il GPS, ma soprattutto, di adottare la scelta estrema di sostituire il proprio smartphone Samsung ogni due settimane, proprio per restare al sicuro.
Vi sono state moltissime altre domande riguardanti soprattutto quale sistema mobile preferisce, ed è stato abbastanza sorprendente sentir dire da John che nonostante li utilizzi tutti per questioni di sicurezza, il migliore è Android, in quanto gli consente estrema libertà grazie a permessi di root e che soprattutto gli garantisce un controllo totale del sistema.

L’intervista prosegue ovviamente con domande abbastanza personali, quali ad esempio quelle riguardanti la vecchia accusa di omicidio, per le quali vi invitiamo a visionare la fonte dell’articolo in quanto estremamente interessanti!