pene bionico

Mohammed Abad è il primo uomo ad aver ricevuto un trapianto di pene bionico; grazie a questa protesi ha potuto riscattarsi dal grave incidente stradale che lo aveva mutilato ai genitali.

Il primo trapianto di pene bionico

Il titolo può far sorridere eppure si tratta di una notizia seria tanto quanto la drammatica storia dell’uomo che ha ricevuto il trapianto del primo pene bionico.

Il suo nome è Mohammed Abad, 43enne residente ad Edimburgo in Scozia. All’età di sei anni Abad è rimasto coinvolto in un grave incidente automobilistico; egli fu colpito da un veicolo e poi trascinato per più di 180 metri. L’incidente causò ad Abad gravi lacerazioni e mutilazioni agli organi genitali.

Tuttavia, grazie all’avanzamento della medicina e chirurgia moderna, un team specializzato dell’Università di Londra ha di recente effettuato su Abad il trapianto del primo pene bionico nella storia dell’uomo.

La realizzazione e il funzionamento della protesi

Il team universitario ha impiegato più di tre anni per la realizzazione della protesi: è stato innanzitutto ricreato un pene di circa 20 cm tramite una serie di asportazioni cutanee dall’avambraccio di Abad; in seguito, l’organo ricreato è stato trapiantato e collegato a un impianto, che è stato situato nella pancia dell’uomo, capace di ricreare la funzione erettile tramite il pompaggio meccanico di un fluido.

L’attivazione di questo sistema, e quindi della funzione erettile, avviene attraverso un pulsante riposto vicino all’unico testicolo funzionante rimasto all’uomo dopo l’incidente. “Quando vuoi un po’ di azione, basta premere il pulsante di accensione” ha affermato Abad con autoironia, “quando hai finito basta premere nuovamente il pulsante. Ci vuole solo qualche secondo. I dottori mi hanno detto che devo fare un po’ di pratica”.

L’intervento di trapianto della protesi, preceduto da altri due interventi, ha richiesto una maratona di 11 ore. Secondo i dottori e membri del team universitario che hanno realizzato la protesi, essa permetterà al ragazzo di mettere su famiglia, se lo vorrà.

Quello di Abad è, quindi, il primo caso in assoluto di trapianto di pene bionico; prima di lui, in marzo, ricordiamo il caso di un uomo sud africano di 21 anni che aveva ricevuto il primo trapianto di pene naturale.