pes 2016

PES 2016 è pronta a lanciare la sfida a FIFA 16, i due giochi di calcio multi piattaforma più giocati in assoluto. Dai dati raccolti dalle demo sembra proprio che la saranno molte le novità per le quali i gamers di tutto il mondo potrebbero preferire il gioco di Konami.

Dopo vent’anni da Winning Eleven che ci ha fatto fare lunghe nottate (a tutti i giocatori della mia generazione) Konami torna a sfidare la vetta con PES 2016 che si presenta con tutte le carte in regola per sbaragliare la concorrenza di FIFA 16. Giocando d’anticipo con la demo la software house giapponese ha messo in mostra tutte le potenzialità del nuovo titolo rinnovato più nella fisica che nella grafica.

La parola d’ordine è realismo. Nelle azioni dei giocatori, nei contrasti, nei rimbalzi del pallone e del terreno di gioco dove in cattive condizioni meteo salteranno le zolle del campo proprio come avviene nella realtà. Anche i colti dei giocatori e le loro scenette dopo il goal saranno sempre più somiglianti alla realtà.

Il merito di tutto questo realismo è da attribuire ad una versione modificata di FOX Engine, lo stesso di Metal Gear Solid, che ha permesso agli sviluppatori di poter agire in modo più profondo sulle dinamiche e di garantire ai possessori di PS4 e XBOX One di godere del gioco in FullHD a 60fps.

Electronic Arts di certo non rimarrà a guardare e anche se la demo rilasciata abbia un numero maggiore di squadre e stadi della concorrente non sembra però impensierire i rivali del Sol Levante.

Queste battaglie fanno bene perché portano a miglioramenti che negli ultimi anni sono un po’ mancati. Solo con PES 15 c’è stato un cambio di rotta che ha poi portato a PES 2016 e all’apertura delle ostilità con FIFA 16 e la società canadese EA.

Al momento si può pre-ordinare al costo di 79,80€ e la data di uscita è prevista per il 17 settembre.