F-zero
Il videogame F-zero diventa realtà

Spesso i videogiochi sono in grado di anticipare la realtà. E così un arcade della Super Nintendo, F-Zero, gioco di auto che proiettava verso un futuro con potenti auto volanti, uscito nel 1990, sta per diventare qualcosa di vero.

La Super Nintendo è stata una consolle che ha segnato la prima metà degli anni ’90, con i suoi arcade dai colori sgargianti, molto dinamici e non trovabili in altre piattaforme. Ha rappresentato il progresso in termini di grafica del cult anni ’80 Nintendo e a sua volta è stata sostituita dalla Nintendo 64. Rivale agguerrita della Sega Meda Drive, con la quale si giocava (è proprio il caso di dirlo) il primato tra gli arcade tra la fine degli anni ’80 e inizio ’90. Uno dei giochi più conosciuti era F-Zero.

F-Zero consisteva in un’avvincente e avveniristica corsa di auto elettriche volanti, che sfruttavano una corsia per ricaricarsi. Orbene, in Gran Bretagna si sta pensando a qualcosa di simile nella realtà per le auto elettriche. Le prove si svolgeranno entro la fine dell’anno per sviluppare una corsia di sinistra per i conducenti, che tramite un sofisticato sistema wireless potranno ricaricare le proprie batterie dell’auto.

Leggi anche:  Auto elettriche: con Honda diventeranno Power Bank

Questa emulazione di F-Zero deriva dal fatto che nella realtà le stazioni di ricarica sono poche e lontane tra loro nel Regno Unito, il che rende ancora più difficile guidare completamente tramite energia pulita. Ne parla con entusiasmo Andrew Jones, ministro dei trasporti britannico: “La possibilità di ricaricare veicoli a basse emissioni in movimento offre interessanti possibilità”. Poi aggiunge: “Il governo sta già investendo 500 milioni di sterline per i prossimi cinque anni per far sì che la Gran Bretagna resti in prima linea per questa tecnologia”.

Per far sì che la trasposizione di F-Zero nella realtà avvenga in tutto e per tutto, c’è bisogno anche di una diffusione capaci di ricaricarsi in modalità wireless. Una splendida idea, non pensate?