Windows 10
E’ passato quasi un mese dal rilascio ufficiale di Windows 10, ma Microsoft, non ha certo dimenticato di introdurre novità e correggere problemi saltati fuori al rilascio del sistema, vediamo il contenuto di questa nuova build dedicata agli insiders!

Iniziamo col dire che si tratta di una build in beta, ossia, una build contenente le novità che tra qualche settimana arriveranno nella versione ufficiale di Windows 10, dunque non mancano certo problemi classici di una versione in pieno sviluppo, ma passiamo alle novità!
La parola d’ordine per queste novità è “feedback”, infatti Microsoft ha raccolto moltissime opinioni degli utenti riguardanti vari aspetti del sistema, tra questi il colore di default del menù start il quale come sappiamo, di base non teneva conto delle preferenze degli utenti, ora grazie a questa build, Microsoft consentirà agli stessi utenti di scegliere attraverso una procedura molto più semplice ed immediata, un colore di default, che rispecchi di fatto le preferenze dello stesso utente!
Seconda miglioria riguarda il Memory manager, un sistema fondamentale per il sistema operativo in quanto dedicato alla gestione della memoria ram. Fino ad ora Windows si limitava semplicemente a spostare sul disco le pagine di memoria non utilizzate, o semplicemente a cercare di limitare l’utilizzo della RAM in qualche modo, ora, grazie ai nuovi sistemi, il nostro fidato Windows comprimerà le pagine di memoria direttamente sulla nostra RAM non utilizzate, senza scomodare il disco rigido dunque e con un notevole miglioramento sulle prestazioni del nostro PC.
Ovviamente non mancheranno fix a problemi noti e riguardanti bug del sistema i quali verranno corretti proprio da questa build in fase di testing.
La build in questione è la 10525, attualmente in fase di distribuzione a tutti gli insider, non sappiamo quando questa sarà disponibile per tutti noi, tuttavia, dato lo stato avanzato dei lavori da parte di Microsoft non dovremo attendere molto!

Leggi anche:  Qualcomm Snapdragon 845 è stato annunciato ufficialmente, ecco il nuovo SoC