Android
Android Marshmallow dovrebbe cambiare strategia per risolvere i problemi di sicurezza

Marshmallow, è questo il nome di Android 6.0 confermato ufficialmente proprio ieri da una riproduzione del robottino verde che tiene in mano la caramella che dà il nome alla nuova generazione del sistema operativo.Android M è stato presentato a maggio e dovrebbe arrivare sui nuovi dispositivi Nexus in autunno. Il sistema operativo ha un nuovo nome e Google, seguendo la tradizione, ne ha scelto uno che ancora una volta riveste di dolcezza il robottino verde: Marshmallow.

Il nuovo Android risolverà i problemi di sicurezza?

Google con il suo Android ha sempre avuto innumerevoli problemi di sicurezza. Il sistema operativo infatti, sembra essere il bersaglio più ambito da hacker e malintenzionati pronti a violare la privacy degli utenti.

Di recente su Android sono state scoperte due importati falle di sicurezza:

  • Stagefright, contro la quale Google ha già inviato le nuove patch anche se purtroppo il processo sta avendo qualche problema e la risoluzione potrebbe essere lenta;
  • Certifi-gate, che consente l’accesso a informazioni riservate violando la privacy degli utenti
Leggi anche:  Android: 6 motivi per cui è migliore di iOS

Android è stato definito un ecosistema difettoso e la causa è che Google non ha il pieno controllo del proprio destino. Gli aggiornamenti in genere necessitano dell’okay di produttori di dispositivi e carrier prima di arrivare ai consumatori, e adesso che il robottino sta approdando nel settore auto, indossabili e domotica la situazione non migliorerà. Questa è una strategia molto diversa da quella di Apple che sviluppa e rilascia in autonomia gli aggiornamenti.

Capite bene che l’universo Android finché affiderà il proprio destino a soggetti terzi avrà sempre problemi di sicurezza. Qualcosa potrebbe cambiare con il sistema di aggiornamenti mensili ma per risolvere la situazione sarebbe necessario un cambio di strategia drastico.