umanoide Atlas
umanoide Atlas

Cosa hanno in comune il bosco, il Boston Dynamics e il settore della robotica? Atlas, ovvero un robot umanoide di quasi 2 metri progettato per percorrere terreni diversi, che siano pianeggianti o in pendenza. Un progetto studiato dalla celebre università statunitense, ora di proprietà di Google e finanziato dal DARPA.

Un umanoide, dunque, che dovrà essere in grado di gestire terreni diversi. L’università americana ha rilasciato anche un video nel quale si vede il robot all’opera. Cammina sulle rocce, il robot Atlas, negli ambienti domestici, ma anche quelli più impervi.

Il Boston Dynamics spiega che Atlas dovrà destreggiarsi in diversi habitat proprio come fanno gli esseri umani quando attraversano terreni instabili. Si utilizzerà una velocità standard, da tipica andatura umana, in grado di aiutarlo a rimanere in posizione verticale e, dunque, anche in equilibrio.

Riuscire a far muovere il robot lungo un percorso non agevole ad una macchina è un grande passo in avanti nel futuro della tecnologia robotica. Tuttavia, l’umanoide dall’andatura un po’ “ubriaca” non sembra essere pronto ad accorrere in aiuto dei soldati nelle zone di guerra come, ad esempio, già riesce a fare il robot a “quattro zampe” Big Dog. E questo perché, al momento, Atlas deve essere ancora “alimentato” e gestito da un centro di controllo.

Leggi anche:  Motorola Nexus 6 e HTC Nexus 9, non ci saranno più aggiornamenti

https://www.youtube.com/watch?v=NwrjAa1SgjQ

Ad ogni modo, sembra proprio che Atlas abbia le carte in regola per essere considerato il futuro dei robot umanoidi. Quindi, preparatevi a vedere questi “umani robotizzati” con un’andatura non troppo rassicurante anche per le strade vicino casa.