project-titan

Forse siamo ancora troppo lontani dalle auto che volano, come quelle viste da decenni in numerosi film di fantascienza prodotti a Hollywood. E ancora più lontani da auto che viaggiano nel tempo come quella vista in Ritorno al futuro. Ma siamo molto vicini all’uscita di auto che si guidano da sole, in grado di portarci in giro senza il minimo sforzo, come se fossimo nelle macchinine di un Luna Park. E lo ha capito anche Apple

Come noto, infatti, diversi colossi dell’informatica ci stanno lavorando. Con Google in primis che in California ha già immesso sulle strade diversi prototipi. Sebbene non pochi siano i problemi e gli incidenti che stanno generando. Il Colosso di Mountain view si è servito dell’esperienza di un altro colosso, ma specializzato nel settore automobilistico: la Giapponese Toyota. Ma possiamo dire, anzi, è proprio il caso di dire, che si tratti di normali incidenti di percorso. Di un progetto solo agli inizi.

Leggi anche:  Google Assistant diventa sempre più funzionale e intelligente

E non stanno spaventando certo un altro colosso dell’informatica, che pure vuole buttarsi a capofitto su questo nuovo mercato: Apple. A rivelarlo The Guardian, che ha visionato cotanto di documentazione e ne ha dato notizia venerdì scorso.

Ma anche il Wall Street Journal ha dato una notizia simile giovedì scorso, pubblicando un’intervista con il progettista di Apple, Marc Newson, il quale ha anche sottolineato come questa nuova tecnologia serva per dare una scossa a un mercato dell’auto in profonda depressione

E ancora, alla fine di luglio, un ex alto dirigente di Chrysler, Doug Betts (che ha anche lavorato in precedenza per Nissan e Toyota), ha rivelato che ora lavora per Apple. Tutti segnali che anche la mela presto avrà la sua auto supertecnologica che si guida da sola. E’ solo questione di tempo. E neanche tanto…