recensione komu k50

Un dispositivo molto piacevole da utilizzare, il sistema è fluido sopratutto con gli ultimi aggiornamenti OTA rilasciati dall’azienda fiorentina.

Design & Qualità costruttiva

Komu K-50 come ho già detto nell’unboxing il dispositivo si basa sul design dello Zopo 530, come vedete nella parte frontale ricorda un po l’iphone 6 anche se il disegno dei tasti soft touch e in particolare del tasto home che funziona da led di notifica lo rende più simile allo Zte Blade S6.
Andando a parlare della qualità costruttiva e dei materiali utilizzati bisogna riconoscere che sono molto buoni la scocca in alluminio gold è veramente carina in questa edizione bianca che è disponibile anche in una  colorazione total black. Analizzando la parte  anteriore dello smartphone questa  si presenta in colorazione bianca con vetro semi-curvo dragon trail, un materiale alcalino allumonosilicato particolarmente resistente a graffi, urti e torsioni ma nel contempo sottile e leggero, anche se il dispositivo ha predisposto di fabbrica una pellicola protettiva.  Nella parte posteriore richiama il design dello Xiaomi Mi 4 abbiamo una cover in plastica traslucida che trattiene le ditate.
Il Grip offerto come detto nell’unboxing è veramente buono, uso ad una mano veramente ottimo e agevole.

Hardware & Prestazioni

Un cellulare che definirei piacevole, sia da maneggiare, grazie alle dimensioni contenute e ai bordi arrotondati, che da utilizzare, il sistema è fluido, raramente ci sono degli impuntamenti, l’autonomia è accettabile, la ricezione e l’audio buoni, anche nella parte ludica si comporta bene, il display non è molto definito ma ha dei colori ben bilanciati.

Facendo una carrellata delle specifiche tecniche bisogna far notare che Komu nel K50 ha apportato diverse modifiche hardware oltre a quelle software rispetto allo Zopo 530 che hanno in comune un display 5 pollici Hd IPS con 294 ppi molto buono, poi anche il SoC montato dal k-50 è lo stesso dello Zopo 530 un processore Mediatek Mt 6732 64 bit quadcore con un Clock da 1,5 ghz, GpU MALI T760 MP2,per quanto riguarda le differenze Komu K50 rispetto allo Zopo 530 ha 2gb di Ram invece che 1 solo GB, memoria interna da 16 gb rispetto agli 8 gb dello Zopo 530 , di cui 12 sono disponibili all’utente.  Il Touch panel migliorato e batteria rimovibile del K-50 da 2400 mAh rispetto ai 2100 mAh dello Zopo 530. Per quanto riguarda la fotocamera posteriore komu ha deciso di implementare un sensore sony da 13 mpx rispetto allo Zopo che monta una fotocamera da 8mp della omnivision. Sistema Android 5.1 per il k-50 mentre lo Zopo monta un Android 4.4 kitkat.

Sistema

Ho testasto il komu  K-50 un po più del previsto un diciotto giorni le motivazioni riguardo la mia scelta sono riconducibili al fatto che durante il mio test sono stati rilasciati due aggiornamenti OTA importanti di cui l’ultimo molto corposo che riguardava l’ottimizzazione di sistema e alcuni bugfix, per questo ho preferito testarlo per più tempo.

L’interfaccia utente e l’experience  che il sistema concede è quella riconducibile ai Nexus di google e la cosa  non mi dispiace. Per quanto riguarda la fluidità  di sistema è molto buona, il touch del dispositivo risponde veramente molto bene, l’interfaccia stock,  che potete osservare  dall’app drawer e dalla barra di sistema con i caratteristici toggle rapidi e le impostazioni di android Lollipop 5.1. è la nota positiva di questo smartphone. Durante il testing non ho notato nessun rallentamento è stato veramente piacevole utilizzarlo.

Andando a parlare del browser,  Chrome è quello di sistema che funziona abbastanza bene anche su siti pesanti pan e zoom veramente ottimi e reattivi.

Connettività & Qualità telefonica

Andando a parlare di connettività il dispositivo è dotato di  un antenna 4G LTE che ha una ricezione molto buona avendo anche la banda 800, rispetto ai dispositivi cinesi supporta tutte le bande LTE, entrambe le Sim ricevono bene non ho notato problemi anche in zone di periferia. Qualità in capsula molto buona, l’interlocutore ci sente molto bene grazie al doppio microfono.
Il dispositivo supporta sia il solito GPS, che il Glonass durante il test il fix GPS è  avvenuto in pochi secondi rapido e preciso.

Fotocamere

komu k50 recensione_camera
Andando a parlare del comparto fotocamere devo dire che si dimostra notevolmente valido per essere un dual-sim di fascia media. L’autofocus preciso immediato e lo scatto veloce resa dei colori molto buona e i dettagli dell’immagine anche se si zooma sono identificabili. Facendo uno swipe verso l’alto abbiamo i filtri molto carini, andando nelle solite impostazioni foto, si può geo-localizzare la foto, bellezza del viso, esposizione, bilanciamento del bianco. Entrando nelle impostazioni fotocamera abbiamo lo zero shot delay, che vi da la possibilità di scattare foto senza tempi morti, alcune gesture, gli scatti in raffica da 20 fino a 40 fotogrammi consecutivi. E’ possibile realizzare le foto in qualità max da 13.2 Mp se si scatta la foto in 4:3 se invece utilizziamo la modalità 16:9 si scende a 9,5 Mp.
Andando nel menù video abbiamo la possibilità disattivare la stabilizzazione elettronica al solito ci sono 4 livelli di compressione video, devo dire che con gli ultimi update OTA è migliorata parecchio ora fa dei discreti video in Full-HD. Per il resto la fotocamera da 5 Mpx fa dei discreti selfie senza infamia e senza lode.

Ecco a voi un video realizzato con Komu K-50 con fotocamera posteriore da 13 Mpx:

Gaming

Nel gaming lo smartphone si comporta molto bene riesce ad eseguire qualsiasi gioco senza nessun problema. Unico problema lo smartphone tende a scaldarsi vicino alla fotocamera se lo usate per giocare ma niente di preoccupante. In gioco l’accelerometro è abbastanza reattivo e nn ho avuto lag nell’esecuzione di giochi pesanti.

Consumo batteria

La batteria è da 2400 mah l’ho testato per circa 18 giorni quindi la batteria è ormai ben rodata con un utilizzo medio riuscite ad arrivare a tarda serata con una sola sim. Mentre in dual sim con utilizzo medio il telefono si è spento alle 20.

Con utilizzo intenso in dual-sim quindi con 4G sempre attivo, email in push, qualche accesso su FB, e qualche chiamata oltre a mandare qualche messaggio su whatsapp e una mezz’ora di gioco; il telefono si è spento nel tardo pomeriggio intorno alle 18.30, consiglio di acquistare un power bank insieme al terminale se decidete di comprarlo per prolungare la durata dello smartphone, lo troverete all’interno del Komu Store.

Conclusioni finali

Per il resto un dispositivo piacevole da usare e Android nella versione stock di Google risulta essere davvero molto fluida e brillante. La fotocamera posteriore fa veramente degli ottimi scatti, e dei buoni video in full hd.
Il dispositivo è disponibile sul Komu store a 229 € in colorazione bianca e nera.

Ecco a voi la video recensione completa: