android

Se avete la necessità di creare un piccolo server per il vostro sito web, l’idea di sfruttare un terminale Android potrebbe essere presa in considerazione, con risparmi sotto diversi punti di vista.

La maggior parte dei siti non necessita di server particolarmente prestanti e costosi ma neanche con prestazioni scadenti e a basso costo; oggi si può optare per un server con database dinamico, ospitato su hardware modesto. Da qui arriva la possibilità di traformare un device Android in un web server.

Se avete la necessità di creare un piccolo server per il vostro sito web che sia in grado di farvi risparmiare, l’idea di sfruttare un terminale Android potrebbe essere presa in considerazione.

Una soluzione di questo tipo permetterebbe di rimuovere sin da subito i costi di un server e, fin quando le visite rimangono contenute, il sito funzionerà senza bloccare il dispositivo Android che lo ospita; viceversa, non aspettatevi di fare più cose contemporaneamente perchè non sarà possibile.

Sul Google Play Store potete trovare diverse applicazioni che fungono da software per il server come, ad esempio PAW Server for Android che è un’app creata per server base non dinamici (nonostante ciò, c’è un plugin PHP per PAW Server).

Con PAW Server caricherete un file index.html da raggiungere tramite PC, presente comunque sulla stessa rete del device Android usato come web server. Le altre applicazioni concorrenti si basano più o meno sullo stesso concetto.

Dopo aver installato PAW Server sul vostro terminale Android, avviate l’applicazione e cliccate sul pulsante start; questa procedura permetterà di visualizzare un URL che, se inserito nella barra di ricerca di un browser, vi darà la possibilità di localizzare il sito dove, successivamente, dovrete effettuare il login usando le vostre credenziali per aprire la console del server. Questa applicazione consente comunque di effettuare telefonate, inviare messaggi o anche di poter fruire di file multimediali. PAW Server semplicemente permette di accedere da remoto al vostro smartphone o tablet Android e di usare lo stesso come web server.

Leggi anche:  Android: le app da non disinstallare

android

Per usare PAW Server come server web dovete creare un file index.html e caricarlo nella cartella di destinazione esatta. Questa operazione è effettuabile sia via desktop che da mobile con un qualsiasi editor HTML o di testo. Dopo aver creato il file, spostatelo nella cartella /paw/html presente nella memoria del vostro telefono Android. Per visualizzare il file HTML appena caricato, se siete su smartphone, è necessario riavviare l’applicazione (da tablet basta cliccare il pulsante stop nell’applicazione e subito dopo start. Successivamente, da browser desktop, potete raggiungere il file digitando l’URL aggiungendo alla fine /index.html. Ecco fatto, adesso il vostro terminale Android sta funzionando come server web, anche se l’esempio è piuttosto semplice.

android

Se desiderate andare oltre la vostra rete domestica o aziendale potete abbinare alla soluzione appena descritta un client che gestisce i DNS dinamici (ad esempio No-IP.com con la sua app Android); queste applicazioni associano un indirizzo IP dinamico ad un URL dedicato. È possibile usare la stessa soluzione anche con indirizzi IP statici, va semplicemente impostato, ma potrebbero insorgere delle incompatibilità con alcuni router.