Windows 10Windows 10 costringe i suoi utenti (per una giusta causa) ad installare gli aggiornamenti, senza dare la possibilità agli utenti di scegliere quali installare e soprattutto quando. Vediamo come evitare questa situazione.

La scelta di Microsoft di essere così stressante in merito agli update di Windows 10 è frutto dele vecchie politiche mirate alla comodità dell’utente, politiche che lasciavano da parte la sicurezza pur di avere un utente felice, un utente che non aveva il peso degli aggiornamenti sulle spalle, ma che tuttavia, prima o poi si sarebbe ritrovato con un sistema obsoleto e soprattutto, per nulla sicuro. Con Windows 10 è tutto cambiato, gli aggiornamenti sono automatici ed obbligatori, e possiamo chiedere al nostro sistema di essere meno “stressante” nei nostri confronti e chiedere cortesemente quando effettuare il riavvio, o magari, pianificare lo stesso nei momenti in cui siamo certi di non utilizzare il nostro PC.

La procedura è davvero banale, e alla portata di tutti, basterà infatti recarsi sul nostro fidato menù start, aprire le impostazioni e recarci all’interno della scheda “Aggiornamento e sicurezza”, a quel punto dovremo cliccare su “Opzioni avanzate”, messo in bella vista dal nostro tool e selezionare tramite il menù a tendina “Notifica pianificazione riavvio”.
windows 10Tutto sarà salvato in automatico al momento del click, non dovremo far altro che chiudere il tool, e dormire sogni tranquilli dato che il sistema ogni volta che saranno disponibili aggiornamenti, lancerà a noi utenti una banale notifica che ci informerà sulla possibilità di riavvio o di pianificazione del riavvio di sistema ad un orario in cui non saremo al PC.  Ovviamente, al riavvio del computer il sistema installarà tutti gli aggiornamenti appena scaricati con il minimo stress da parte nostra.
Da considerare il fatto che Microsoft ha deciso di abolire le grosse e corpose patch tanto odiate dagli utenti, in favore di piccoli e frequenti aggiornamenti, dunque in rarissimi casi ci ritroveremo a che fare con update che richiederanno più di pochi minuti di installazione!

Leggi anche:  Qualcomm Snapdragon 845 è stato annunciato ufficialmente, ecco il nuovo SoC