lexus
Come sappiamo Lexus, noto produttore di automobili, aveva annunciato qualche settimana fa di aver realizzato l’hoverboard di ritorno al futuro, uno skateboard non dotato di ruote e capace letteralmente di fluttuare nell’aria, vediamo i dettagli della presentazione!

Iniziamo col dire che questo skateboard non è stato creato principalmente con l’intento di entrare in commercio, ma quasi esclusivamente con lo scopo di pubblicizzare l’azienda e dare una bella immagine dei propri ingegneri, dunque perdiamo ogni speranza riguardante il possesso dello stesso, in quanto Lexus non ci regalerà mai questa gioia.
La tecnologia alla base di questo skateboard è abbastanza banale, si tratta infatti di una base formata da un materiale superconduttore, raffreddato da azoto liquido (immesso attraverso due aperture laterali) e alimentato internamente da una batteria, nulla di più semplice insomma, sebbene le fasi di realizzazione siano state abbastanza lunghe e hanno richiesto notevoli ricerche.
Primo punto a sfavore: lo skateboard non può essere utilizzato ovunque, infatti lo stesso non fluttuerà mai sull’asfalto, ne fluttuerà su qualsiasi altra superfice non rivestita da rame, materiale estremamente necessario in quanto capace di interagire con i magneti ed i superconduttori all’interno dello skateboard permettendo allo stesso di “fluttuare” a mezz’aria.

Ci sono differenze rispetto agli skateboard tradizionali?
Beh, assolutamente nessuna, l’hoverboard è studiato per cercare di bilanciare il peso dello skater, evitando quindi di produrre attrito con il terreno e soprattutto evitando il contatto con lo stesso che causerebbe brusche frizioni e farebbero cadere miseramente lo skater, ovviamente, il cuscinetto d’aria sarà attivo fino alla completa evaporazione dell’azoto liquido nel serbatoio.

Come detto prima questo Hoverboard non vedrà mai il mercato consumer, ovviamente, ci riferiamo al solo modello prodotto da Lexus, infatti non è detto che magari, altre aziende riusciranno presto a produrne uno adatto al mercato consumer, ovviamente, vi saranno notevoli limiti tecnologici da superare, ma da fan di ritorno al futuro, speriamo che tutto questo si verifichi presto!