windows 10
Windows 10 come sappiamo è uscito da pochi giorni, tuttavia, gli utenti non fanno altro che porsi molte domande su questo sistema operativo, vediamo le principali 5!

La prima di tutte le domande, riguarda il solitario presente all’interno di Windows 10, il quale da un lato ha stregato gli utenti, che si sono finalmente ritrovati con il solitario classico all’interno del sistema operativo, tuttavia, hanno notato che lo stesso contiene banner pubblicitari e che ovviamente, per elimitare gli stessi è necessario versare una somma di denaro e pagare la app, ma come mai?

Rispondere a questa domanda non è semplice, infatti questa soluzione fa parte dei piani di Microsoft i quali sembrerebbero vedere il solitario come un sistema di monetizzazione di Windows 10, ovviamente l’utente potrà evitare di pagare l’abbonamento a questo mini-gioco, sopportando pochi secondi di pubblicità a fine partita, tuttavia, vi sono numerose alternative a questo solitario, direttamente dal Windows Store presente sul vostro PC.

La seconda domanda, abbastanza strana, riguarda un dubbio sull’esistenza dello “sharing wi-fi” di Windows 10, sembrerebbe infatti che Microsoft ha implementato all’interno del nostro sistema nua piccola feature chiamata “Wi-Fi Sense”, la quale rende semplice la condivisione della nostra rete criptata con gli amici, senza necessariamente fornire loro la password, e ovviamente, abilitando solo determinati servizi agli stessi.
La feature è effettivamente presente all’interno del sistema, ma necessita un sistema Windows10 anche da parte dei nostri amici, potremo usufruire della stessa semplicemente andando in Rete E Internet>>Wi-Fi>>Gestisci Impostazioni Wifi, e da li abilitare la condivisione attraverso l’apposita spunta!

Terza domanda, forse la più importante e riguardante la compatibilità dei software all’installazione di Windows 10.
Molte persone sono abbastanza spaventate dall’aggioramento e ovviamente si fanno molte domande riguardanti la compatibilità del proprio software installato con Windows 10.
Sebbene questi dubbi siano giusti e leggittimi, non c’è assolutamente da preoccuparsi, la app di aggiornamento, quella da cui abbiamo prenotato il nostro update, pochi giorni prima di fornire la classica notifica di update disponibile, effettuerà una scansione di tutto il nostro software, il quale verrà analizzato attentamente e testato per verificare se lo stesso sarà compatibile con Windows10, in caso di problemi, verremo avvisati, ma nel caso in cui il risultato dell’analisi sia positivo, non dovremo far altro che tranquillizzarci ed aspettare l’update!

Leggi anche:  Windows: 5 programmi da disinstallare immediatamente

Quarta domanda, abbastanza banale e riguardante le “critical feature”, infatti gli utenti si sono cheisti se vi sono delle “critical feature” di vecchi windows implementate all’interno del nuovo sistema.
La risposta è: dipende da cosa si intende per “critical feature”, infatti Windows 10 ha abbandonato tantissime feature e software del passato, a cominciare dal Media Center, rimpiazzato totalmente da un nuovo software molto più moderno ed aggiornato, ovviamente vi saranno delle piccole feature dei precedenti Windows ma aggiornate e rese quanto più sicure possibile al fine di evitare grossi problemi di sicurezza.

Ultima domanda, forse la più richiesta da parte degli utenti, la quale si può riassumere in “Posso dire di no agli aggiornamenti? E se lo faccio che succede?”
La risposta è Si, l’aggiornamento a Windows 10 è totalmente volontario, e gli utenti potranno tornare a Windows 8 semplicemente interagendo con il sistema di ripristino di sistema, ovviamente, nel caso in cui avremo effettuato la prenotazione tramite la apposita app, il sistema effettuerà ugualmente il download, starà poi a noi decidere se proseguire con l’installazione o annullare tutto!