samsung galaxy s6
Samsung Galaxy S6 Edge e S6 in versione standard

Samsung Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge sono gli ultimi due top di gamma dell’azienda coreana. Uno dei punti di forza di questi due devices è senza ombra di dubbio la fotocamera che è una delle migliori attualmente sul mercato, con i suoi 16 megapixel (f1/9). Queste caratteristiche permettono di ottenere ottimi scatti anche in condizioni di scarsa luminosità.

Le buone performance delle ottiche del Samsung Galaxy S6 e del S6 Edge sono ottenute anche grazie alla elevata ottimizzazione e rapidità del software ad esse dedicato. Anche con le impostazioni di default, il lavoro svolto dalla fotocamera è soddisfacente ma, grazie a qualche piccolo accorgimento, possiamo alzare il livello qualitativo dei nostri scatti.

La fotocamera del Samsung Galaxy S6 e del S6 Edge è molto valida ma, con qualche piccolo accorgimento, possiamo ottenere ancora di più dalle sue performance

samsung galaxy s6
ABILITARE L’AUTO HDR
HDR è una tecnologia che ci consente di incrementare la gamma dinamica delle fotocamere degli smartphones, che di default è piuttosto limitata, in modo tale da ottenere migliori risultati anche in condizioni di elevato contrasto a causa della luce. Il problema di fondo è che HDR è da attivare manualmente sulla maggioranza dei terminali Android, oltre ad essere una procedura di scatto piuttosto lenta. Samsung Galaxy S6 e S6 Edge, invece, hanno una modalità di attivazione automatica per questa funzione che ha, su questi due terminali, anche prestazioni migliori.

UTILIZZARE IL FORMATO RAW PER I NOSTRI SCATTI
Negli ultimi anni le fotocamere stanno migliorando la loro qualità in maniera costante, a tal punto da rendere consigliabile l’utilizzo del formato RAW/DNG per i nostri scatti. L’unico problema è che Samsung Galaxy S6 ed S6 Edge non possono sfruttare questa tipologia di formato in quanto non previsto nelle impostazioni; questa limitazione è aggirabile grazie ad alcune applicazioni di terze parti rintracciabili facilmente. Va detto, in tutta onestà, che maneggiare questa tipologia di file non è una cosa per tutti: sono apribili e quindi fruibili solo via PC grazie a software di fotoritocco come Gimp oppure il blasonato Photoshop; il peso del file è di gran lunga superiore rispetto alle altre varianti.

Leggi anche:  Huawei P11, clamoroso: tripla camera da 40 megapixel

OTTENERE NUOVE MODALITA’
Le rapidissime performace del software della fotocamera sono state ottenute anche grazie ad un ottimo lavoro di pulizia delle funzioni ritenute inutili che erano presenti sui top di gamma degli anni scorsi e che su Samsung Galaxy S6 ed S6 Edge, invece, sono state rimosse. Due di loro, però, meritano una giusta menzione: la prima permetteva ottimi selfie direttamente dalla fotocamera posteriore mentre la seconda, grazie alla combinazione di più foto scattate, ci permetteva di ottenere delle immagini GIF animate.

samsung galaxy s6
PASSARE ALLA MODALITA’ PRO
Se siete intenzionati a gestire al meglio tutti i parametri della fotocamera del vostro Samsung Galaxy S6/S6 Edge, potete scegliere la modalità “Pro” ed abbandonare quella normale che ha diverse impostazioni (esposizione, ISO, bilanciamento bianco, etc.) nascoste.

MANTENERE IL SOGGETTO SEMPRE A FUOCO NEI VIDEO
Samsung Galaxy S6 e S6 Edge sono due dei pochissimi terminali sul mercato che possono godere di questa possibilità riservata, fino a poco fa, a dispositivi dedicati solo alle foto ed ai video come le classiche fotocamere digitali compatte. Il “Tracking AF” ci permette di mantenere sempre a fuoco un soggetto durante la registrazione di una video. Va ricordato, però, che l’attivazione di questa funzione disabiliterà la stabilizzazione del video, quindi ricordatevi di disattivarla quando non ne avete più bisogno. Il “Tracking AF” è attivabile dalle impostazioni della fotocamera.

Questi sono solo alcuni dei suggerimenti che riteniamo validi al fine di ottenere di più dalla fotocamera posteriore del Samsung Galaxy S6 e S6 Edge. Se ne conoscete altri non vi resta altro da fare che segnalarceli.