Password manager
Ecco i 5 password manager che garantiscono la maggiore sicurezza per qualsiasi account.

Ecco i 5 migliori password manager per dispositivi Android, in grado di mantenere un account in piena sicurezza e facilitare la vita.

Dal lontano Aprile del 2012, mese del lancio di aWallet Password Manager, i sistemi per proteggere al meglio gli account degli utenti si sono evoluti in misura sostanziale. Non è facile tenere a mente una lunga serie di codici differenti per le varie piattaforme, dato che il cervello umano può consentirne la memorizzazione soltanto di una quantità limitata. In attesa del programma che in futuro farà loggare gli utenti in automatico su Android M, ecco i 5 password manager che attualmente garantiscono una maggiore tranquillità.

  • LastPass. Si tratta di uno dei password manager più conosciuti in assoluto, in grado di ottenere numerosi riconoscimenti per la sua efficienza. Funziona in maniera molto semplice: basta memorizzare un codice principale, grazie al quale è consentito l’accesso a tutti gli altri. Quando si accede in un determinato sito Web o in un’app, LastPass è in grado di ricordare le credenziali e di renderle automatiche ad ogni login. La funzione Security Challenge misura l’efficacia di tutte le password, mentre su Secure Notes si possono conservare i dati di maggiore rilevanza, come ad esempio il codice numerico di una carta di credito. Ma il suo vero punto di forza è determinato dalla capacità di funzionare su ogni piattaforma, dai browser ai sistemi operativi. L’applicazione è gratuita sui PC desktop, mentre è compatibile con i dispositivi mobili soltanto nella sua versione Premium, dal prezzo di 12 dollari all’anno (circa 11 euro).

  • KeePass2Android. Ecco un altro dei password manager più popolari, concorrente diretto del già citato LastPass. Anche se non possiede le stesse funzionalità di quest’ultimo, KeePass può essere più interessante perché è open source. Grazie a questa caratteristica, chiunque può verificare l’evoluzione dell’app e sbirciare il codice, ma solo se è capace di farlo. Si tratta di un’app di terze parti capace di leggere e scrivere nello stesso formato già adoperato per LastPass. I database di KeePass possono essere facilmente sincronizzati con vari cloud storage, come ad esempio Google Drive e Dropbox. Anche in questa occasione, è sufficiente inserire un’unica password per poter sbloccare tutte le altre. Il password manager è in possesso di un generatore di codici integrato con una lunga serie di opzioni e di una tastiera in grado di appurare la sicurezza di una password inserita. Il software è totalmente gratis.

  • Dashlane. Questo programma riesce a rendere l’esperienza sul Web più semplice e veloce, riducendo al minimo i rischi. Con un solo tocco, il password manager consente l’accesso diretto ad un sito Web o l’inserimento dei dati relativi alla carta di credito. Un perfetto mix di gestione dei codici e di sicurezza per il proprio portafoglio. Dashlane si fa notare anche per un’interfaccia pulita e moderna, facile da comprendere anche per gli utenti un po’ meno esperti. L’app diventa di alto livello se si prende in considerazione la vasta gamma di funzionalità presenti al suo interno. Il lato negativo è rappresentato dal prezzo, il superiore di tutti i password manager presenti in questo elenco. Per l’abbonamento premium bisogna spendere 40 dollari (circa 36 euro) all’anno, con le chance di sincronizzare i dati tra diversi dispositivi, gli accessi Web per le password e un backup sicuro degli account.
Leggi anche:  Google, spiare lo schermo su Android non sarà più possibile grazie ad una novità

  • mSecure. È un programma multi-piattaforma che funziona su diversi sistemi operativi, tra i quali Windows, Mac, Android e iOS. Il suo aspetto elegante lo rende un password manager molto gettonato, considerando anche la mancanza di una versione di prova gratuita o Lite. Questa app riesce a memorizzare i codici per le applicazioni e i portali Internet, rendendo l’accesso molto più semplice nella circostanza successiva. mSecure funge anche da perfetto dispositivo di protezione dei dati, un po’ come Dashlane. I nickname, le password, i codici delle carte di credito, sono tutti bloccati sotto la stessa crittografia e conservati in un database di backup. Quando un dispositivo Android viene violato, il software cancella in automatico i dati con un sistema di auto-distruzione. Un punto debole è rappresentato dal suo costo iniziale di 10 dollari (9 euro), con l’assenza di una prova gratuita.

  • 1Password. Il software propone funzionalità piuttosto simili rispetto a quelle presenti in Dashlane ed mSecure. Tra queste, la memorizzazione delle password di account e applicazioni e dei codici delle carte di credito. Anche in questo caso, con una sola password principale è possibile accedere a tutti i profili disponibili. Dopo una lunga inattività, entra in funzione il blocco automatico della password. Capace di sincronizzare diversi device Android, iOS e Mac, questo password manager è disponibile anche in una versione di prova della durata di trenta giorni, dopo la quale si può decidere se acquistare o meno il prodotto. A fine mese, si può aggiornare il programma ad un costo di 5 dollari (4,55 euro), con vari dispositivi che necessitano di una licenza da acquistare. La qualità di 1Password non è inferiore rispetto a quella della concorrenza, con un prezzo inferiore e un’interfaccia semplice ed interessante.