samsungSamsung ha registrato un brevetto abbastanza innovativo per i suoi futuri wearable, riguardante la possibilità di far muovere il display del proprio dispositivo a seconda di dove punta lo sguardo dell’utente.

Samsung al momento non dispone di alcun dispositivo in cantiere pronto ad accogliere questa feature, ma se le ricerche di mercato daranno ragione agli ingegneri dell’azienda, il dispositivo in questione potrebbe arrivare negli anni a venire. Il brevetto si basa su una piccolissima camera avente la funzione di “Action Detecting”, capace di tracciare i movimenti del volto dell’utente, stabilire l’inclinazione del dispositivo rispetto allo sguardo, e permettere all’utilizzatore del wearable in questione di avere sempre una visione perfetta del display, tramite un piccolissimo marchingegno che inclinerà in automatico il display posizionandolo sempre ad angolo retto rispetto allo sguardo dell’utente.

Idea abbastanza originale, e soprattutto abbastanza interessante, la quale però come detto prima è assolutamente non applicabile ai devices moderni, dato che eliminati tutti i problemi riguardanti l’estetica (aspetto davvero importante se si parla di wearable), resterebbero tutti quelli riguardanti l’alimentazione. Si sa infatti che ogni sensore addetto al tracciamento del volto dell’utente dovrebbe lavorare a ciclo continuo, prosciugando di fatto la batteria (la cui durata è già irrisoria di base) del nostro dispositivo, per cui ci troveremmo a rinunciare totalmente alla nostra tanto amata durata della batteria, in favore di una feature carina, ma al quanto inutile se applicata al mondo reale.

Leggi anche:  Samsung pazza durante questo Natale: Smart Tv e Galaxy S8 in regalo a tutti

Staremo a vedere come si evolverà la vicenda, e se questo brevetto di Samsung vedrà effettivamente la luce in futuro.