android auto
Come sappiamo Android Auto è ancora un sistema giovane che ha molta strada da fare prima di riuscire a diventare uno dei migliori sistemi di gestione delle automobili, tuttavia, Google sembra intenzionata a migliorare questo sistema operativo attraverso l’uso di feature davvero innovative!

Iniziamo col dire che queste feature non sono state ufficialmente presentate da Google, ma sono state scoperte attraverso un’ispezione fatta da Ars Technica, il cui staff ha deciso di “approfondire” il sistema operativo Google curiosando all’interno dei suoi componenti, del suo codice e soprattutto dei suoi possibili futuri update.
Il risultato di questo curiosare ha stupito tutti, Android Auto, sembrerebbe avere la predisposizione per ricevere servizi quali la diagnostica del veicolo e il supporto ai più comuni sensori di monitoraggio, tra quali la bussola, il GPS, contagiri, pompa carburante, pressione e temperatura di olio e pneumatici, gestione del cambio, accelerometro e davvero tantissime altre funzioni, le quali solitamente vengono implementate esclusivamente all’interno dei computer di bordo con cui vengono equipaggiate le automobili di lusso, insomma, un vero e proprio sistema operativo capace di gestire la nostra automobile al 100% senza alcuna difficoltà, ma soprattutto, capace di aiutare noi utenti ad identificare guasti e problemi prima ancora che si verifichino.
Per condire tutto, sembrerebbe che tutto questo sistema sia in grado di rilevare persino se è presente un guidatore o un passeggero all’interno dell’abitacolo e cercare di ottimizzare tutte le funzioni al fine di favorire la sicurezza e il comfort di tutti gli occupanti, insomma, davvero un sistema che va ben oltre il normale intrattenimento, al quale sembrerebbe essere dedicata solo una microscopica parte del sistema operativo!

Leggi anche:  Huawei: grande novità in arrivo svelata alla presentazione di Honor V10

Come detto prima non sappiamo se tutte queste feature arriveranno sul mercato, ne sappiamo se Google avrà intenzione di implementarle tutte, tuttavia il fatto che esse siano presenti in una versione non utilizzabile nell’attuale Android Auto, ci fa ben sperare per il futuro!