oneplus 2Continua la campagna mediatica prima della presentazione ufficiale del OnePlus 2, fissata per il 27 Luglio. Stavolta è il CEO dell’azienda a rilasciare una dichiarazione circa le features che questo dispositivo offrirà, e che a quanto pare guarderanno al futuro.

Non molto tempo fa, OnePlus ha dichiarato che anche OnePlus 2 sarà un “flagship killer”, talmente avanzato che andrà a sbaragliare addirittura i dispositivi in uscita nel 2016. Quest’oggi il CEO dell’azienda ci rassicura sul fatto che quel 2016 non è stato detto per caso.

OnePlus 2, secondo il CEO, non è stato creato per competere con i top di gamma del 2015, ma anzi è stato creato col solo scopo “di guardare al futuro”. Uno degli aspetti che punta a questo futuro è il sistema operativo OxygenOS, basato su Android. Secondo l’azienda, la nuova versione di questo OS personalizzato offre delle features che non saranno disponibili su altri device fino all’uscita di Android M. Quello che questa frase significa non è del tutto chiaro, ma probabilmente l’azienda è già riuscita ad inserire nel sistema operativo alcune delle funzioni che verranno introdotte di default solo con la prossima versione del robottino verde.

Leggi anche:  OnePlus 5T è in folle offerta su Lightinthebox: prezzo e link per l'acquisto

Il CEO non ha poi perso tempo nel ricordare alcune delle notizie già confermate riguardo il suo OnePlus 2: Snapdragon 810, 4 GB di memoria RAM, connettore USB Type-C, batteria da 3300 mAh e un lettore di impronte digitali che sarà “più rapido del sensore montato da Apple sui suoi iPhone”. Nonostante le grandi aspettative che OnePlus pone nei confronti del suo dispositivo, è ancora presto per giudicare l’effettiva bontà di questo smartphone.

Il OnePlus 2 è stato quasi interamente svelato, grazie anche a diverse foto leaked e render vari, dunque l’attenzione vera e propria il 27 Luglio sarà proprio verso le funzioni e le caratteristiche che questo device offrirà.