connessione anonima rete Hornet 93gbs

Ad oggi, chi si collega alla rete Tor per creare una connessione anonima attende sempre qualche secondo in più per caricare le pagine web senza rivelare la propria identità. Sembra però imminente l’arrivo di una connessione anonima ad altissima velocità denominata HORNET, la quale permetterebbe di navigare ad una velocità di 93 Gbps (ben 9300Mbps!) tutelando la privacy mediante l’applicazione della crittografia end-to-end.

HORNET, il Sistema di Connessione Anonima a 9300Mbps

La crittografia end-to-end, che permette di mascherare l’identità di un individuo creando una connessione anonima, viene applicata innumerevoli volte durante la navigazione e questo fa sì che i caricamenti delle pagine siano lenti. Inoltre, la potenza della rete Tor si basa sul numero di sistemi connessi, difatti spesso la navigazione risulta difficile.

SPECIAL TIPS: Usa Telegram per mandare messaggi segreti.

La rete HORNET invece, basata sul protocollo di onion routing a bassa latenza, adotta un sistema di comunicazione che riesce a gestire l’encrypt dei dati ad una velocità di 93Gbps, potendo così generare traffico anonimo ad alte prestazioni.

Questa rete è stata costruita dal ricercatore Chen Chen della Mellon University e dai suoi collaboratori Daniele Enrico Asoni, Adrian Perrig e David Barrera dell’Istituto Federale di Tecnologia di Zurigo, e George Danezi dell’University College di Londra.

Il progetto è stato presentato con questo PDF ufficiale che mostra il funzionamento della rete HORNET. L’obiettivo è quello di creare un’alternativa alla rete Tor più efficiente, più stabile, più veloce e meno suscettibile agli attacchi hacker che di solito vengono utilizzati per smascherare gli utenti connessi a Tor.

ARTICOLO DI APPROFONDIMENTOEntro il 2020 la Crittografia Quantistica ci Salverà dall’Essere Spiati sul Web

HORNET sarebbe un nuovo sistema di comunicazione anonima maggiormente sicuro che risolverebbe i problemi di latenza che spesso affliggono la rete Tor. Essa permetterebbe a chiunque (anche hacker, attivisti politici, agenzie investigative…) di navigare senza rivelare la propria identità con una connessione anonima, crittografata e ultraveloce a 9300Mbps.