telefono cellulare

Tariffe cellulari aumentano dell’8% a partire dal mese di agosto. Stangata sulle ricaricabili da parte di Wind, Tim e Vodafone che hanno pensato bene di farci un regalo per le ferie di  quest’anno. A partire dal mese di agosto le offerte ricaricabile saranno conteggiate ogni 4 settimane e non più ogni 30 giorni.

La differenza tra i 30 giorni e i 28 sembra cosa da niente, ma in realtà l’aumento è pari all’8%, in pratica le compagnie telefoniche con questo escamotage avranno un mese in più di ricarica. Una tredicesima al contrario come spiega Marco Pierani, responsabile rapporti istituzionali di Altroconsumo, alla Repubblica.

Tim non si è limitata a questo ed ha reso questo nuovo metodo di misurazione su quattro settimane valido anche per i clienti già attivi che in questi giorni stanno ricevendo o riceveranno un SMS che li avvisa della rimodulazione a partire da 2 agosto. In sostanza si tratta di un cambio di tariffa anche se in apparenza non sembra tale.

Secondo Wind e Tim in questo modo si ha una maggiore semplificazione e trasparenza per gli utenti nella gestione dei rinnovi. Unica esclusa da quella che si può definire una vera stangata sulle bollette telefoniche è la H3G che adotta un sistema anche peggiore con soglie settimanali che sono molto più semplici da sforare da parte dell’utenza.

Marco Pierani aggiunge che queste operazioni avvengono sempre d’estate periodo in cui, forse, le persone sono meno propense a badare a queste cose perché distratte dalla voglia di evasione delle vacanze.

Ancora una volta gli operatori telefonici, sia fissi che mobili, fanno come gli pare e anche se vengono indagati e magari multati la sostanza non cambia in quanto la pena non è mai equivalente al danno economico, e non solo, che subisce l’utente. Purtroppo in Italia per gli operatori di telefonia non vale il detto che “il cliente ha sempre ragione”, anzi vale esattamente l’opposto.