utilizzo di WhatsApp vietato

C’è una nuova legge in corso di approvazione al Parlamento Inglese che presto potrebbe arrivare anche da noi, la quale vieterebbe l’utilizzo di WhatsApp, Facebook Messenger e tutte le altre applicazioni di messaggistica istantanea che applicano la crittografia end-to-end nei loro servizi.

Il Regno Unito Vuole Vietare L’Utilizzo di WhatsApp per una Maggior Sicurezza

Alla luce di Charlie Hebdo, ad inizio anno David Cameron propose di vietare l’utilizzo di WhatsApp, Facebook Messenger, Snapchat e tutte le altre piattaforme di messaggistica istantanea (compresi i Social Networks) che non intendono rimuovere la crittografia end-to-end dai loro servizi, poiché non sarebbero conformi al nuovo codice di sorveglianza che verrebbe introdotto dalla Investigatory Powers Bill.

Adesso questa legge – soprannominata Snooper’s Charter – è arrivata in Parlamento ed è in corso d’approvazione.

ARTICOLO CONSIGLIATO: WhatsApp diventa più sicuro grazie alla crittografia end-to-end

Il Governo Vuole Conoscere le Vostre Attività

Se la legge verrà approvata, il Governo potrà imporre il suo potere sulle aziende che operano nel Regno Unito come Google, Facebook, WhatsApp, Apple e altre chiedendo loro di tenere un apposito registro delle attività. In questo modo potrà tener traccia di tutte le social media activity e le ricerche Google degli utenti e riuscirà ad intercettare individui mediante l’utilizzo di WhatsApp e Facebook.

Il Ministro degli Interni Theresa May ha annunciato che la Draft Communications Data Bill o Investigatory Powers Bill potrebbe essere approvata entro il prossimo autunno.

LEGGI ANCHE: Entro il 2020 la Crittografia Quantistica ci Salverà dall’Essere Spiati sul Web

Conclusioni

Il futuro è incerto per l’utilizzo di WhatsApp nel Regno Unito, su questo non c’è dubbio. Chissà se questa legge non venga proposta a breve anche in Italia.

Di sicuro, se è questa “l’aria che tira” sembra proprio che si dovrà tornare tutti all’uso della messaggistica istantanea non criptata, ovvero i vecchi SMS.