windows 10

 

Windows 10 è attesissimo e la data prestabilita del 29 luglio per l’inizio del roll out è sempre più vicina e proprio per questo si hanno nuove informazioni su come avverrà l’aggiornamento che a quanto pare potrebbe impiegare un bel po’ per arrivare sui nostri pc.

È ormai da qualche tempo che sappiamo che l’update a Windows 10 partirà il 29 luglio ed abbiamo anche visto come poter prenotare la nostra copia gratuita che, però, a quanto pare potrebbe arrivare giorni dopo tale data, a dirlo è la stessa Microsoft.

Windows 10 non arriverà il 29 luglio.

windows 10

Microsoft aggiornerà qualcosa come un miliardo ci personal computer in tutto il mondo e lo farà a scaglioni, come siamo abituati con gli aggiornamenti di Android, iniziando dagli OEM che lo andranno ad installare sui nuovi pc da immettere sul mercato, poi toccherà ai PC con Windows 8.1 sempre degli OEM che saranno aggiornati un po’ (si tratta di milioni) per volta per verificare che tutto proceda senza intoppi.

Poi sarà la volta di tutti gli altri, quelli, ad esempio, con Windows 7 che hanno prenotato l’aggiornamento dovranno aspettare più di tutti. Tra quelli che dovranno aspettare non ci sono invece i cinque milioni di tester che quindi si vanno ad inserire tra i privilegiati che avranno quasi subito l’aggiornamento.

Molti blog d’oltreoceano non hanno preso molto bene la notizia in quanto se viene indicata una data per l’aggiornamento dovrebbe essere quella per tutti, ma aspettare qualche giorno (se di qualche giorno si tratta) per essere sicuri che tutto vada per il verso giusto non è da considerare come qualcosa di negativo – vedi l’ultimo aggiornamento di Google ad Android Lollipop.