Huawei Ascend P7

Huawei Ascend P7 è uno dei dispositivi più interessanti che Huawei ha lanciato all’interno del nostro mercato europeo, purtroppo però è uno smartphone che non ha avuto molto successo: la causa a quanto pare sono i motivi di surriscaldamento che avevano inizialmente fatto decadere l’appeal che si era creato attorno allo smartphone.

Il Huawei Ascend P7 è stato un dispositivo che è nato immaturo, un po’ come i bambini piccoli, ma con gli aggiornamenti è diventato uno smartphone davvero molto interessante e sopratutto affidabile: i surriscaldamenti purtroppo ci sono sempre stati, ma sicuramente non com’erano inizialmente.

Huawei Ascend P7: finalmente Android 5.1 Lollipop si avvicina

Dopo ormai un bel po’ di tempo che è in commercio questo dispositivo del colosso cinese ecco che si iniziano a muovere le acque per quanto riguarda l’aggiornamento ad Android Lollipop 5.1, ricordiamo che il dispositivo è stato lanciato con Kitkat, anche se in fin dei conti con la Emotion UI che Huawei pre-installa all’interno dei propri dispositivi non ha molto senso aggiornare solamente per la UI dato che è la stessa Huawei a metterci una pezza.

L’aggiornamento in questi giorni arriverà probabilmente su alcuni dispositivi di test, successivamente sarà lanciato in modo ufficiale su tutti i dispositivi. L’update porterà delle novità software, tutte le funzionalità software di Android 5 ma con anche le possibilità di personalizzazione della Emotion UI 3.1 in questo caso.

Huawei Ascend P7 al giorno d’oggi risulta ancora uno smartphone molto interessante: ha un processore quad-core di casa Huawei, quindi è un Hisilikon, 2GB di memoria RAM, uno schermo da 5 pollici con risoluzione Full HD con tecnologia IPS e una buona multimedialità: fotocamera principale da 16 megapixel mentre quella frontale è un sensore da 8 megapixel, tra l’altro quest’ultimo è ottimo per i selfie perché sfrutta delle funzionalità che sono presenti all’interno del software di Huawei, software della fotocamera tra l’altro anche molto intuitivo da utilizzare.

Insomma, online si trova attorno ai 300 euro, ed è davvero un ottimo affare.