WhoomingFinalmente possiamo dire addio agli stupidi scherzi telefonici, svelando chi è il burlone che si diverte dall’altro lato del telefono con scherzi ormai datati e sempre stati poco graditi. O ancora possiamo scoprire chi sia il nostro ammiratore segreto o il nostro stalker, questo solo grazie a Whooming che ci permette di scorprire chi ci sta chiamando in maniera anonima.

Possiamo sia installare l’app di Whooming oppure accedere dal sito ufficiale, una volta fatto ciò bisogna poi Registrarci:

  • Inseriamo la nostra e-mail con la quale intendiamo registrarci, per poi ricevere una mail contenente una password temporanea con cui accedere.
  • Riapriamo l’app ed accediamo con l’e-mail che abbiamo fornito e la password temporanea ricevuta.
  • Dopodiché andiamo in Menu > Modifica password ed impostiamo una password personale.
  • Da qui non ci resta che selezionare Aggiungi numero ed inserire il proprio numero di telefono sul quale attivare il servizio.
  • Una procedura di 6 semplici step, ci guiderà al corretto funzionamento di Whooming!

come-scoprire-un-numero-anonimo-con-Whooming

Tramite una ricarica PayPal minima di 5 euro potremo acquistare dei crediti, che ci risulteranno utili per scoprire subito il numero sconosciuto, oppure sempre grazie ai crediti potremmo registrare la chiamata, così nel caso in cui avremo a che fare con uno stalker o con dei ricattatori potremmo avere un prova valida per effettuare la denuncia.

Leggi anche:  Nuovi stickers e 40 lingue per Gboard

Lo stalker non si accorgerà di questo servizio, se necessitiamo di scoprire soltanto il numero senza eseguire alcuna registrazione, basterà riagganciare e la chiamata verrà deviata a Whooming. Inoltre se non abbiamo fretta di scoprire chi si cela dietro la chiamata anonima, inizialmente scopriremo solo le prime cifre del numero e solo dopo 24h scopriremo, tramite l’accesso dall’app o dal sito ufficiale, il numero per intero.

Ora divertiamoci noi a svelare la vera identità degli sconosciuti,  e divertiamoci, perché no, a prenderci noi gioco di loro, prendendoci la giusta rivincita per tutte le volte che ci hanno fatto penare senza sapere chi ci stesse chiamando, a volte illudendoci addirittura che finalmente stesse arrivando la chiamata di lavoro che tanto attendavamo.