original

Nonostante i processori siano sempre più potenti e gli schermi sempre più grandi e definiti, pochi produttori stanno attualmente cercando di migliorarsi in materia di batterie. Sono scarsi i tentativi per aumentare l’autonomia dei nostri device realmente degni di nota. L’azienda cinese Oukitel ha deciso però di fare sul serio costruendo un prototipo di smartphone con una batteria da ben 10.000 MAh.

Per la maggior parta degli utenti tecnologici del momento, lo spessore del terminale è fondamentale. Orientandosi su questa filosofia, purtroppo, i produttori di smartphone e tablet cercano di eliminare quanto più spazio “superfluo” possibile occupato dal’ hardware. Le prime componenti a fare le spese di questa scelta sono, ovviamente, quelli potenzialmente più ingombranti ovvero le batterie.

smartphone-batterie-1000-mah-prototype-maquette-oukitel1

Tendenzialmente è difficile trovare un device che abbia una batteria superiore ai 2800-3000 MAh; più che sulla capienza ormai si punta sul miglior modo per ottimizzare i consumi accettando purtroppo di scendere a compromessi e rinunciare allo scarico dati in background piuttosto che ad una luminosità corretta e non ridotta al minimo, ad esempio.

Alcuni produttori hanno provato a combinare più batterie (interne e non) insieme. L’ Innos D6000 in particolare possiede due batteria (una estraibile ed una interna) in modo da portare la capienza totale fino circa 6000 MAh.

Leggi anche:  Record per Huawei: oltre 100 milioni gli smartphone venduti

Prima di poter provare lo smartphone prodigio con autonomia da ben 6000 MAh, però, possiamo sognare guardando le foto pubblicate dall’azienda cinese Oukitel che ha in mente di produrre uno smartphone con batteria da ben 10.000 MAh. Lo scopo della pubblicazione delle foto è dimostrare che, sebbene non sia sottilissimo, lo spessore di una batteria che risolverebbe i problemi di tutti non è assolutamente inconcepibile e scomoda.

smartphone-batterie-1000-mah-prototype-maquette-oukitel

Si tratta quasi dello spessore di un iPhone 4 o di un Nokia N8, fino a qualche anno fa era normale per tutti. In una contesto dove ormai facciamo a gara a chi ha lo smartphone più grande in termini di display, non vedo dove sia il problema nell’infilare in tasca un dispositivo un po’ più spesso. Soprattutto considerando che quello spessore rappresenta una vera svolta nell’era degli smartphone che hanno bisogno di stare sempre appesi (non tutti ma, quasi!) al carica batterie.

smartphone-batterie-1000-mah-prototype-maquette-oukitel2

Non resta quindi che augurarci di dover attendere ancora poco prima che questo “passo indietro nel tempo” (in termini di spessore del terminale, è chiaro!!) arrivi presto! 🙂