download (14)Sembra essere passata un eternità dall’esistenza del Nokia 3310, amato per la sua indistruttibilità e per la sua batteria a lunga durata. Praticamente tutti quelli che della Old Generation possedevano il Nokia 3310 , seppur potevano solo inviare messaggi, fare e ricevere chiamate, privi di Social Network o Internet. Praticamente vivevano la loro vita tranquillamente senza alcun timore che il proprio smartphone al misero urto si distruggesse. Il Nokia 3310 ci ha abituati male, considerando il fatto che per quanto la tecnologia abbia fatto nel corso degli anni passi da gigante, gli smartphone attuali rischiano di rompersi anche al minimo impatto, e per di più si scaricano molto velocemente. POWiFi aiuterà la New Generation e i loro telefoni ultramoderni, tramite il trasferimento di energia a distanza.

Capita un po’ a tutti di usufruire delle reti WiFi nei locali o piazze che ce lo offrono gratuitamente, risparmiando i Giga che abbiamo a disposizione sul nostro smartphone. Ma avete mai pensato, se nello stesso momento che siete collegati ad una rete WiFi, come sarebbe se automaticamente caricassimo il nostro smartphone? Un team dell’università di Washington: “power over Wi-Fi”, ha intenzione di fare tutto ciò, ma soprattutto ha intenzione di farlo senza introdurre nuovi dispositivi ad-hoc.

images (24)

Servirà fare un semplice aggiornamento al firmware di qualsiasi router WiFi. Inoltre, come tutti sanno, un’onda radio trasmette un quantitativo di energia e non solo un informazione, ma al tempo stesso solo tramite impulsi funziona un router WiFi, i quali vengono inviati solo quando trasmettiamo o riceviamo un informazione. POWiFi ha cercato di creare dei sensori che permettessero di convertire le frequenze radio dei router WiFi in corrente continua, ed inoltre ha cercato di sfruttare più canali per permettere agli smartphone di ricaricarsi senza interferire con il normale segale WiFi.

Esistono per POWiFi dei limiti, che al tempo stesso per i progressi attuali che la tecnologia sta facendo, non spaventano affatto il team dell’università di Washington “power over Wi-Fi”. Quali sono questi limiti? La ricarica ottenibile con questo metodo può avvenire entro un raggio di solo 8 metri e necessita di molto tempo per caricare, perché la potenza massima di un router WiFi è di 1 Watt. Ma aldilà di queste limitazioni, POWiFi potrebbe essere un nuovo emblema del progresso tecnologico, dove tutti avremo lo smartphone perennemente carico, e non solo, infatti potremmo dire addio definitivamente ai fili aggrovigliati o ad altri aggeggi progettati apposta per la ricarica senza fili. POWiFi sorprendici!