Kickstarter
Kickstarter, la piattaforma di crowdfunding più famosa al mondo, arriva anche in Italia!

A partire da oggi, i servizi di crowdfunding di Kickstarter sono disponibili in altri cinque Paesi europei. Tra questi, anche l’Italia.

Kickstarter è la piattaforma di crowdfunding più famosa al mondo. Per chi ancora non lo sapesse, il crowdfunding è un processo che nasce dalla collaborazione di un gruppo di persone che scelgono di devolvere il proprio denaro al finanziamento di un progetto. Quest’ultimo può essere promosso da una persona fisica o da una qualsiasi organizzazione.

I servizi offerti da Kickstarter sono disponibili in sempre più nazioni. In queste ore, la piattaforma è stata resa fruibile anche in Austria, Belgio, Lussemburgo, Svizzera e, soprattutto, Italia. In pratica, anche nel nostro Paese artisti, scrittori, inventori e produttori di ogni genere possono avviare un qualsiasi progetto e chiedere aiuto alla Rete per svilupparlo. Di conseguenza, non sarà più obbligatorio avere un contatto proveniente dagli Stati Uniti o dalla Gran Bretagna, così come lo era fino a ieri.

Utenti provenienti da tutto il mondo utilizzano Kickstarter per lavorare in piena collaborazione e rendere pubbliche nuove idee creative. Nel corso degli ultimi tempi, la piattaforma ha scelto di puntare in maniera decisa sul continente europeo, espandendosi in Danimarca, Irlanda, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia dopo essere stata presentata in Francia, Germania e Spagna. Tuttavia, ancora non si hanno informazioni sulla possibilità di tradurre Kickstarter in lingua italiana, dato che fino ad oggi è disponibile soltanto in inglese, francese, spagnolo e tedesco.

Si attende l’uscita futura di Kickstarter in italiano, anche se rivolgersi in inglese ai propri backers conviene perché può condurre a maggiori finanziamenti. Di conseguenza, si può raggiungere la cifra prefissata con più facilità. I lanci europei di questa settimana saranno presentati in occasione del Sonar + D di Barcellona, una manifestazione che mette in risalto l’arte contemporanea. E l’espansione di Kickstarter non sembra destinata a fermarsi qui, anzi.