samsung galaxy note 5

Secondo i rapporti emersi nelle ultime ore, il Samsung Galaxy Note 5 avrà una porta USB Type-C, ovvero il nuovo connettore che andrà a sostituire tutte le porte USB 2.0 e 3.0, in contrasto con quanto dichiarato da Sony per i suoi nuovi dispositivi.

Il nuovo connettore, oltre ad essere reversibile (e quindi ci offrirà la possibilità di collegare il cavo in entrambi i versi), garantirà una velocità molto più alta, fino a 10 Gbps. Il nuovo standard supporta anche una maggiore erogazione di energia (fino A 3A).

Alcuni esperti del settore hanno rivelato anche ulteriori specifiche tecniche del futuro phablet di fascia alta. La dimensione dello schermo sarà aumentata a 5.89 pollici, anche se non ci sarà il salto per quanto riguarda la risoluzione (quindi rimarrà di 3840 x 2160 pixel). L’aumento della diagonale del display determinerà una diminuzione dello spessore, che sarà pari a 7,9 mm, più sottile di mezzo millimetro rispetto all’attuale Samsung Galaxy Note 4.

La capacità della batteria citata è di 4.100 mAh, un importante upgrade rispetto a quella dell’ultimo Note (che è pari a 3.220 mAh). Molto probabilmente avremo anche una versione migliorata della stilo S-pen ed Android 5.1.1 Lollipop preinstallato.

Leggi anche:  Samsung Galaxy A3 (2016): in roll-out l'aggiornamento con le patch di ottobre

Per quanto riguarda il processore, si dice che il Galaxy Note 5 avrà l’Exynos 7422, una versione modificata del 7420 presente attualmente nel Galaxy S6. La memoria sarà, come quella presente nell’S6, di tipo UFS 2.0 (dunque molto veloce).

Molto probabilmente vedremo ufficialmente il Samsung Galaxy Note 5 all’IFA di Berlino del prossimo settembre. Vi ricordiamo che le info riportate sono derivanti da rumors e quindi possono essere soggette a variazioni.