Wi-Fi
Wi-Fi

Ricaricare la batteria dei propri dispositivi elettronici con il Wi-Fi. E’ quanto vorrebbero fare, in un futuro molto prossimo, i ricercatori dell’Università di Washington. Il team guidato da Vamsi Talla ha sviluppato, infatti, un sistema per trasmettere energia ai dispositivi remoti.

Si chiama “Power over Wi-Fi” o “POWI-Fi” l’innovativo sistema di ricarica che potrebbe risolvere l’ansia da ricarica della propria batteria. Tuttavia, un problema che gli scienziati si sono trovati a dover superare è stata l’eventuale mancanza di segnale. I segnali Wi-Fi, infatti, vengono trasmessi a diverse frequenze e non sempre in modo continuativo. Il team americano, quindi, ha modificato il router Wi-Fi e l’hotspot, riuscendo ad inviare un segnale preciso e costante. La soluzione, dunque, era relativamente semplice. Tanto che i ricercatori hanno semplicemente dovuto modificare i router normali. La riuscita del loro esperimento si è avuta quando sono stati in grado di ricaricare una macchina fotografica posizionata a qualche metro di distanza.

Vi è un crescente interesse per quel che riguarda Internet e diversi dispositivi mobili sono incorporati in oggetti e in ambienti di uso quotidiano“, spiega Talla. “Una questione chiave è come alimentare questi dispositivi, che con il passare del tempo diventano più piccoli e più numerosi“.

Leggi anche:  Wi-Fi in aereo, presto si arriverà alla velocità di 50 Mbps

In futuro, il sistema di ricarica mediante il router Wi-Fi potrebbe avere interessanti implicazioni. Talla suggerisce che si potrebbe avere finalmente hotspot Wi-Fi pubblici convertiti in appositi Wi-Fi di ricarica. Grazie a questi, dunque, chiunque potrebbe usufruirne per caricare anche dispositivi indossabili. Ad ogni modo, gli scienziati ancora non si espongono riguardo la tempistica del lancio del sistema fruibile a tutti e, soprattutto, dei possibili impatti negativi sui segnali di router vicini.