soundhound
Come sappiamo SoundHound è da sempre stato un servizio alternativo al più celebre Shazam nel campo del riconoscimento musicale, tuttavia, il successo della celebre app non è bastato all’azienda, la quale ha deciso di trasformarla!

Attualmente il nuovo servizio è riservato ad una beta su invito, un po’ come accadeva con Google Inbox, gli utenti interessati a prendere parte alla stessa, dovranno far richiesta sul sito web ufficiale di SoundHound, nella sezione riservata al progetto, e attendere pazientemente che la stessa venga approvata.

Questo nuovo servizio, per i primi mesi di attività si concentrerà principalmente su Android, infatti, il client per Windows Phone ed iOS, è tutt’ora in fase di sviluppo e non si hanno informazioni su quando lo stesso sarà disponibile. La priorità al robottino verde, presumibilmente è stata frutto di una politica di mercato atta a preferire il sistema operativo più diffuso così da avere la massima affluenza di utenti e ovviamente, la massima capacità di attirare gli stessi prima di lanciarsi anche su altri sistemi operativi e sfruttare il successo ottenuto con Android per battere la concorrenza, tutt’ora spietata creata da Cortana e Siri.
Ovviamente su Android il servizio non avrà certo vita facile, si sa infatti che Google Now offre da sempre un servizio di assistenza vocale abbastanza valido e molto apprezzato dagli utenti.
Insomma, SoundHound ha deciso che la concorrenza nel campo del riconoscimento vocale non basta, ora è guerra aperta anche a tutti gli assistenti vocali, riuscirà a sopravvivere in un campo così spietato? Chi lo sa, staremo a vedere gli sviluppi e soprattutto, attenderemo con ansia informazioni sulla nuova app!

Leggi anche:  Tatuaggi intelligenti, una nuova tecnologia per la nostra salute