Project Ara Google I/O
Project Ara Google I/O

Project Ara protagonista al Google I/O. Si tratta del progetto di Big G di creare uno smartphone modulare, con una serie di componenti facilmente sostituibili. Sicuramente un progetto interessante, anche affascinante quanto innovativo, ma chiaramente molto difficile da sviluppare. Ecco perchè se ne parla da diverso tempo ed altro ancora ne richiederà per essere definitivamente commercializzato. 

Al Google I/O di quest’anno Project Ara non sembra aver presentato grosse rivoluzioni rispetto al prototipo di smartphone visto un anno fa, in occasione dello stesso evento. Probabilmente, Mountain View ha preferito concentrarsi sul software, visto che proprio questo è il settore in cui si incontrano le maggiori difficoltà. Soprattutto considerando il fatto che occorre far funzionare tutti i diversi componenti che andranno a comporre lo smartphone modulare Ara.

Sul palco dell’I/O, dunque, il prototipo presentato è quello di uno smartphone sì modulare, ma in grado di effettuare correttamente il boot senza il modulo della fotocamera. Non occorre alcun riavvio e nemmeno l’uscita dall’applicazione perché il modulo venga riconosciuto in pochi secondi e utilizzato per fare foto.

Leggi anche:  Google Pixel 2 XL porta ancora problemi: molti ordini italiani improvvisamente cancellati

Tuttavia, il momento del lancio e la sua commercializzazione effettivi sono ancora molto lontani. Lo smartphone Ara, infatti, si caratterizza ancora per un design alquanto primitivo e decisamente poco funzionale. E quello a cui si sta lavorando alacremente è anche il sistema di aggancio fra i vari moduli.

Grandi cambiamenti, quindi, e grandi attese sul palcoscenico del Google I/O 2015. Quest’anno, infatti, nessuna traccia di Paul Eremenko che, dopo aver creato il progetto, lascia il team di sviluppo di Google e cede la parola a Rafa Camargo, nuovo ingegnere del progetto e dell’intero team.