Sony
Perché il Sony Xperia Z4 è uscito solo in Giappone, mentre nel resto del mondo si chiama Xperia Z3+?

Per quale motivazione Sony ha deciso di lanciare l’Xperia Z4 soltanto in Giappone, riservando per il resto del mondo l’Xperia Z3+?

Quando ha a che fare con il mondo degli smartphone, Sony intraprende scelte piuttosto bizzarre, molto diverse rispetto alla concorrenza. L’ultimo modello della marca uscito in maniera uniforme in tutto il mondo è stato il Sony Xperia Z3, che è uscito poco meno di sei mesi dopo l’Xperia Z2 e conteneva alcuni piccoli aggiornamenti.

Nello scorso mese di aprile, Sony ha scelto di lanciare l’Xperia Z4. Tuttavia, il dispositivo mobile è disponibile soltanto per il Giappone e non sono state rese note informazioni riguardo alla sua uscita negli altri Paesi, considerata altamente improbabile. Ora, la faraonica azienda nipponica ha annunciato l’uscita di una versione leggermente aggiornata rispetto allo Z3, l’Xperia Z3+.

Ma perché Sony ha adottato questa scelta apparentemente inspiegabile? Un portavoce della nota società ha cercato di addurre una spiegazione. “La principale ragione – afferma – è perché Sony rappresenta una delle aziende più apprezzate dagli utenti del Sol Levante. Di conseguenza, gli utenti desiderano ricevere i dispositivi di punta con caratteristiche all’avanguardia, non appena possono essere consegnati”.

Partendo da questo presupposto, perché è stato scelto di chiamare lo smartphone top di gamma Sony Xperia Z3+? “Xperia Z3 – prosegue il portavoce – continua a funzionare bene come il nostro device di punta in tutto il resto del mondo. Per aiutare i clienti che vogliono ottenere gli ultimi aggiornamenti, abbiamo scelto di introdurre l’Xperia Z3+ come ultima versione di premio della nostra serie ammiraglia, quella dei Z3”.

Leggi anche:  Sony Xperia XZs G8231 in offerta su Amazon Italia!

La decisione di Sony continua comunque a sembrare contorta e particolare. Infatti, gli aggiornamenti dall’Xperia Z3 all’Xperia Z3+ sono più sostanziosi rispetto a quelli apportati dallo Z2 allo Z3. I maggiori cambiamenti possono essere visti nel potenziamento del processore, dallo Snapdragon 801 quad-core dello Z3 allo Snapdragon 810 octa-core dello Z3+. Inoltre, la fotocamera e il design hanno subito qualche ritocco, specialmente ai bordi. Il display continua ad essere di 5,2 pollici in LCD e continua ad essere di qualità inferiore rispetto ai colossi del momento, quali il Samsung Galaxy S6, il Galaxy S6 Edge e l’LG G4.

Sony continua ad essere considerata un autentico punto di riferimento per l’elevata qualità delle sue fotocamere interne, per la durata della batteria di ben due giorni e per la resistenza all’acqua. Tuttavia, c’è ancora qualcosa che non quadra. Nei prossimi modelli, Sony insisterà sulla sua serie Xperia Z o cambierà totalmente la denominazione? Aspettiamo e vediamo.