microsoft

Come pubblicizzare maggiormente il proprio lavoro su piattaforme concorrenti? Beh, stipulando accordi di partnership. L’impegno che i produttori di tablet Android dovranno rispettare sarà quello di preinstallare le app Office di Microsoft sui loro futuri terminali.

Di questo gruppo fanno parte anche le più famose case produttrici, come LG e Sony. Le applicazioni Microsoft da preinstallare, oltre alle solite di Office, saranno OneNote, OneDrive e Skype.

L’accordo, a cui Microsoft tiene particolarmente, è finalizzato alla promozione delle applicazioni Office in versione mobile

L’annuncio di questa partnership è arrivato ieri e coinvolge la bellezza di 31 produttori e non è di certo una grandissima novità. Microsoft aveva cominciato il 2015 già con una collaborazione che coinvolgeva 11 brand, tra cui alcuni molto importanti come Dell e Samsung.

Il primo produttore che venderà il proprio device con app Microsoft preinstallate sarà Sony con il suo Xperia Z4 Tablet; a Redmond, però, non hanno ancora rilasciato alcuna roadmap in merito, quindi non sappiamo quali saranno i prossimi tablet.

Dai maggior esponenti Microsoft arrivano, come di consueto, solo commenti positivi ed elogi per questi accordi, scelte che mettono in primo piano il settore cloud e mobile; quest’ultimi sono mercati che hanno la priorità assoluta per il colosso americano diventato famoso per il suo sistema operativo Microsoft Windows.

Leggi anche:  Samsung: in arrivo SmartWatch Gear S3 Golf Edition

Rimane un unico problema che potrebbe mettere il bastone fra le ruote a questi accordi. Microsoft ed i produttori non hanno totale potere decisionale sul parco app che sarà messo nelle mani dei clienti all’acquisto. Il fine di queste partnership potrebbe essere annullato dagli operatori di telefonia che sono gli ultimi a personalizzare il firmware di un device. Ricapitolando, un carrier ha facoltà di rimuoverle e personalizzare comunque Android a suo piacimento. Logicamente questo discorso non è applicabile ai device no brand in quanto venduti direttamente dal produttore.

Aspettiamo di avere sul mercato questi nuovi tablet per capire se il pubblico saprà apprezzare questa mossa. Anche in precedenza, comunque, non era molto difficile munirsi di app Microsoft; bastava semplicemente scaricarle dal Google Play Store. Apparentemente, l’utente avrà la sola comodità di saltare quest’ultimo passaggio.