android m

Continuano le indiscrezioni su Android M, prossima major release del robottino verde che potrebbe essere presentata durante il prossimo Google I/O di fine Maggio.

Questa volta le voci parlano di nuove caratteristiche legate alle impronte digitali. Abbiamo visto sempre più aziende includere sensori per le impronte digitali nei vari top di gamma presentati in questi mesi. Da Samsung con i recenti Galaxy S6 ed S6 Edge, passando a Huawei con il suo Ascend Mate 7 o HTC. Google non ha ancora inserito una tecnologia per il riconoscimento delle impronte digitali in Android stock, prerogativa per ora dei vari produttori esterni, ma secondo le ultime voci questa cosa potrebbe cambiare proprio con Android M.

Secondo un rapporto di Buzzfeed e Ars Technica, la prossima major release del robottino verde potrebbe includere una tecnologia standard per il riconoscimento delle impronte digitali. Android M potrebbe essere presentato durante il prossimo Google I/O, anche se alla fine potrebbe trattarsi semplicemente di un Android 5.2 o Android 5.5. La release Lollipop è infatti ancora relativamente giovane, e Google ci ha abituati in passato ad alcune major release che mantenevano il nome originale (Jelly Bean vi dice niente?).

Per quanto riguarda le impronte digitali, ricordiamo che il Nexus 6 doveva possedere un sensore per lo sblocco di questo tipo, ma Motorola decise di rimuovere questa feature perché Apple aveva acquistato la compagnia che la casa alata aveva intenzione di utilizzare. Tracce di codice legato alle impronte digitali era inoltre stato rinvenuto nell’AOSP di Android.

Sembra dunque che questa tecnologia, introdotta da Apple con il suo iPhone 5s, diventerà sempre di più lo standard su tutti i dispositivi. Google vuole rimanere al passo portando questa feature anche sui dispositivi Nexus, e con Android M le cose potrebbero cambiare.