windows 10

L’attesa per l’ultima versione di Windows 10 aumenta di giorno in giorno; sappiamo le novità che porterà con sé; sappiamo che sarà gratuito per un anno a chi ha una licenza regolare e che sarà sin da subito a pagamento per chi ha Windows 7, 8 e 8.1 attivato in maniera illegale. Adesso Microsoft precisa le modalità di aggiornamento per tutte le versioni.

La primissima informazione è che Windows 10 sarà rilasciato a tutti gli utenti in possesso dei requisiti per l’aggiornamento mediante il normale canale di distribuzione degli aggiornamenti Microsoft: Windows Update. Quindi non sarà utilizzato il Windows Store come accaduto nel caso di Windows 8/8.1.

Svelato qualche dettaglio sulle modalità di aggiornamento di Windows 10, in attesa di metterci le mani sopra definitivamente in estate

Tutti i possessori di pc con Windows 8/8.1 e Windows 7 Home Basic e Home Premium riceveranno la versione Home di Windows 10; Windows 8/8.1 Pro, Windows 7 Professional ed Ultimate saranno aggiornati invece a Windows 10 Pro. Windows RT, come già ventilato, sarà dismesso e non sarà aggiornato a Windows 10.

Leggi anche:  Addio Windows 10 Mobile, Microsoft abbandona il sistema operativo

Ricordiamo che, nelle scorse settimane, Microsoft ha pubblicamente illustrato le varie tipologie di versione di Windows 10 che, in totale, saranno 7: Home, Pro, Enterprise, Education, Mobile, Mobile Enterprise, IoT Core.

L’unica domanda a sorgere spontanea è: se dovesse capitare di formattare un pc aggiornato a Windows 10, l’utente deve ripercorrere lo stesso iter dell’aggiornamento? Si spera, per tutti gli utenti di Windows che aggiorneranno, che Microsoft possa trovare una soluzione a questa eventualità, oppure è meglio augurarsi di mantenere il sistema integro e pulito e di non aver mai bisogno di procedere alla formattazione del disco rigido.

Con l’avvicinarsi alla data del rilascio di Windows 10, Microsoft continuerà a rilasciare ulteriori dettagli in merito e noi saremo qui per riportarveli tutti con chiarezza.