Apple iTV
Apple iTV

Apple avrebbe accantonato il progetto di sviluppare una propria iTV con risoluzione 4K. Il condizionale è d’obbligo e, ad avanzarne l’ipotesi, una rapporto pubblicato dal Wall Street Journal, secondo il quale i dirigenti non avrebbero trovato le caratteristiche tali da differenziare il prodotto rispetto agli altri sul mercato.

Un progetto che ha richiesto diverso tempo e numerosi esperimenti interni. Infatti, si era testata l’integrazione di FaceTime mediante schermi trasparenti e alimentati da laser. Una prova che Apple non è stata in grado di ottimizzare, non riuscendo a trovare un buon compromesso tra costo e qualità dell’immagine.

Tuttavia, i rumours riguardo i nuovi progetti della casa di Cupertino si rincorrono e sembrano confermati, ancora, dal Wall Street Journal. Apple, comunque, potrebbe essere pronta ad annunciare il proprio servizio televisivo set-top-box presso la Worldwide Developers Conference, in programma a San Francisco nel mese di giugno. Si tratta di una “scatola” molto sottile e dotata di un nuovo software e di un telecomando con sensore touch. Inoltre, sempre indiscrezioni, confermerebbero che la Apple TV integrerà l’assistente vocale Siri. Una voce contrastante che andrebbe a confutare l’ipotesi di un abbandono totale del lancio di una iTV nel 2016.

Quali le cause, quindi, che spingerebbero Apple a non entrare nel mercato delle smart tv? A giocare un punto a sfavore dei televisori del futuro principalmente i bassi margini di guadagno. E, come anticipato, la consapevolezza di non entrare sul mercato con un prodotto unico e innovativo e, per questo, poco competitivo.