htc

No, dopo One Mini e One Mini 2, non avremo la possibilità di vedere un futuro HTC One Mini 3. Nel bene o nel male la scelta sarà questa. Questa volta non si tratta di indiscrezioni o voci di corridoio, ad affermarlo è Jack Tong, presidente di HTC per il mercato nord asiatico.

La scelta è stata presa in base ai dati di vendita dei precedenti modelli, che sentenziano la perdita di interesse per questa tipologia di grandezza per uno smartphone. Alla presentazione di HTC One M9+, proprio Jack Tong aveva affermato che il mercato si dirige verso terminali con display da 5 pollici di diagonale, a salire via via verso display più grandi.

Jack Tong, presidente di HTC per il mercato del nord Asia, decreta la morte del progetto One Mini che sarebbe arrivato quest’anno al terzo device

I piccoli device compatti, a quanto sembra, hanno perso appeal in favore dei più ingombranti phablet; la stessa HTC si sta rivolgendo a queste dimensioni più volte in questo anno, con One M9+ e One E9+.

Leggi anche:  Samsung fa provare per un mese il Galaxy agli utenti che hanno iPhone

Per gli amanti degli smartphone compatti, HTC mantiene ancora in commercio i suoi One Mini e One Mini 2 e chissà che in un futuro, neanche tanto lontano, qualche produttore non sia in grado di reinventare e rilanciare le sorti di questo segmento, gettando nuove basi per arrivare al cuore della clientela.

La motivazione di HTC è confermata anche dal trend intrapreso da Apple che ha trovato il suo compimento con l’ultimo iPhone 6, aumentato nelle dimensioni e, addirittura, messo in commercio insieme al suo fratello maggiore iPhone 6 Plus; se persino a Cupertino hanno capito che era importante ingrandire il display del proprio terminale vuol dire che è su questa strada che sono disseminati i prossimi guadagni.