hacker

 

Hacker prende il controllo di un aereo della United Airlines attraverso il sistema di intrattenimento (IFE) dal quale è arrivato ai motori facendo virare il velivolo modificandone la velocità.

Il tutto è avvenuto mentre il velivolo viaggiava da Chicago a Syracuse, New York, con il cosiddetto Hacker, Chris Roberts, a bordo. Chris è un ricercatore di sicurezza di One World Labs che gon un cavo e il suo portatile è riuscito ad inserirsi nel sistema di intrattenimento del velivolo, l’IFE, ed è riuscito a sovrascrivere del codice sulla Gestione del computer che gli ha consentito l’accesso e il controllo di altre aree del velivolo tra cui i motori. Facendo variare la velocità di un motore ha generato una piccola virata di cui si è poi vantato su Twitter.

All’arrivo ha trovato gli agenti dell’FBI ad accoglierlo con un caloroso abbraccio e dei braccialetti alla moda con i quali lo hanno portato a sfilare nei propri uffici di New York dove è stato interrogato per diverse ore. L’FBI ha provveduto al sequestro di tutti i suoi gadget elettronici, notebook, tablet, smartphone, chiavette. Il ricercatore ha candidamente ammesso che quella non fosse stata la prima volta e già su altri voli, l’FBI non ha detto quali, era riuscito nello stesso intento.

Una falla nella sicurezza dei velivoli non indifferente e che speriamo le compagnie possano porre immediatamente rimedio. Non è la prima volta che si parla di questo argomento e addirittura, in una simulazione, si era riusciti a prendere il controllo di un aereo tramite un’applicazione Android.

Per quanto riguarda Chris Roberts se non finirà in galera quanto meno dovrà fare i suoi viaggi in auto o in treno perché gli aerei gli saranno di certo vietati, gli USA non sono l’Italia, se qualcuno commette un crimine in genere ne paga le conseguenze.