helio-x20-architecture

Ci siamo! Mediatek ha finalmente ufficializzato il primo processore 10 core al mondo.

 

Sebbene da giorni circolino rumors in proposito dello Snapdragon 818, l’azienda taiwanese ha battuto sul tempo quella statunitense.

L’Helio X20, che sarà montato sui device di fascia media, avrà un’architettura a grappolo suddivisa in 3. Nella prima sezione sono presenti due core A72 da 2.5GHz, nella seconda invece ci sono 4 core A53 con 2.0 GHz mentre nell’ultima risiedono 4 core A53 da 1.4 GHz.

La struttura a 3 grappoli rende il processore il 30% più performante in termini energetici rispetto ad un classico Soc a 2. L’architettura, così organizzata, mette meno sotto stress i 2 core principali ben supportati dagli 8 core A53.

Non mancano le più avanzate tecnologie di connessione dati: l’azienda ha creato un modem compatibile ad-hoc (il CDMA2000) che garantirà un 4G  di categoria 6 mentre per il Wifi ci potremo aspettare una connessione sino a 280 Mbits. Una nuova gestione di queste componenti garantirà un risparmio energetico del 30% rispetto al fratello maggiore, l’Helio X10.

Per il comparto multimediale MediaTek ha smentito ogni rumor decidendo di non inserire una GPU Mali T880 MP4 ma una scheda grafica equivalente che garantirà una performance e un risparmio energitico del 40% superiore a quella del predecessore di Helio X20. Un core Cortex-M4 a 364 MHz, infine, sarà dedicato alla gestione dell’audio e del riconoscimento vocale.

helio-x20-caracteristiques

La RAM supportata dal nuovo processore della casa taiwanese sarà ancora la LPDDR3 2 x 32 bit (ricordiamo che lo Snapdragon 818 monterà LPDDR4).

mediatek-helio-x20-vs-concurrents

Mediatek ce la sta mettendo tutta per penetrare nei mercati americani ed è disposta a proporre un processore, sulla carta così performante, montato su dei device di fascia media.

Per ora non ci resta che attendere per vedere come si comporterà il nuovo gioiellino della casa taiwanese sui primi terminali che ne saranno equipaggiati….. speriamo che qualcuno non vada incontro all’autocombustione dovuta alla troppa potenza!! 🙂