Uber Nokia Here
Uber Nokia Here

Uber cercherà di acquistare il servizio di mappatura digitale Nokia Here. Come ormai noto, Uber è una società nata per prenotare taxi mediante un comune smartphone. Dopo il grande successo avuto a seguito del suo debutto, oggi è la stessa società a pensare ancore più in grande. L’azienda, infatti, starebbe cercando di reinventarsi come una vera e propria società il cui obiettivo è quello di fornire un servizio alle persone il più velocemente possibile. Attualmente, Uber si affida a Google Maps e, a quanto pare, il legame potrebbe perdurare nel tempo.

Tuttavia, sembra che Uber abbia presentato un’offerta a Nokia per accaparrarsi il servizio di mappatura digitale Here, l’unico grande concorrente di Google Maps. Un’offerta di ben 3 miliardi di dollari che non deve aver lasciato indifferenti i vertici di Nokia, i quali si dicono disposti a vendere il proprio servizio.

Ad aver puntato gli occhi su Here, però, non sarebbe solo Uber. Tra i più agguerriti rivali anche BMW, Audi e Mercedes-Benz, che al momento collaborano con il motore di ricerca cinese Baidu. Secondo alcune voci, Nokia potrebbe vendere Here tra non molto, addirittura entro la fine di maggio. Mentre, quindi, le negoziazioni sono ancora in corso, c’è anche chi prospetta un’ipotesi contraria, ovvero che non si raggiunga nessun accordo. Già Microsoft e Facebook, in passato, avevano mostrato interesse nei confronti di un possibile acquisto del servizio di mappatura di Nokia, ma non si giunse mai ad alcun accordo.

Il gigante finlandese delle telecomunicazioni, quindi, ha solo da scegliere. I rivali di Uber, infatti, ossia i già menzionati produttori automobilistici tedeschi, sono anche i più impegnati a testare veicoli che si guidano da soli e mirano a ridurre la propria “dipendenza” dalle Maps di Big G che, a sua volta ovviamente, sta lavorando a una propria auto senza conducente.

Oggi gli utenti che usano Google Maps su un qualsiasi dispositivo mobile sono circa in un miliardo, ossia 10 volte quelli di Here. Con sede a Berlino, sono circa 6 mila i dipendenti impegnati ad aggiornare le mappe digitali e i servizi automobilistici forniti dal servizio.