google

Google sta testando un nuovo metodo per velocizzare il caricamento dei siti web fino a 4 volte in caso di connessioni deboli. Questa nuova feature è per ora in fase di test nei paesi in via di sviluppo, in particolare in Indonesia.

Il nuovo metodo messo in pratica da Google si attiva automaticamente nel momento in cui il dispositivo Android riconosce una rete 2G o una connessione lenta. In questo caso il browser fornirà automaticamente all’utente una versione ridotta del sito richiesto. Il processo, chiamato “transcode”, renderà il caricamento fino a 4 volte più veloce e consumerà fino all’80% di dati in meno rispetto alla navigazione normale.

Questo approccio è molto simile a quello già offerto dal browser Opera Mini, che è predisposto per comprimere l’utilizzo dei dati durante la navigazione. Tuttavia il metodo messo a punto da Google va più in profondità ottimizzando il sito web ed eliminando tutti i contenuti non essenziali, come per esempio i popup pubblicitari. Tuttavia gli ads di Adsense stesso verranno salvaguardati e non verranno omessi.

Non tutti i siti web possono essere ottimizzati: siti molto pesanti, come siti di streaming video o siti che utilizzano cookies, saranno esclusi. Una volta caricata la pagina ottimizzata, gli utenti potranno cliccare su un link in fondo alla pagina per  navigare nella versione completa, un po’ come succede già adesso per passare dalla versione mobile a quella desktop di un determinato sito web. Google partirà con la fase di test questo mese in Indonesia, per tutti i dispositivi con Chrome o il browser stock su Android 2.3 e successivi.

Per ora non si sa se Google porterà questo programma anche nel resto del mondo. Vi piacerebbe qualcosa del genere anche qui in Italia?