meizu m1 note

Meizu M1 Note, dopo avervi raccontato delle grandi caratteristiche tecniche del Meizu MX4 e Meizu MX4 Pro, in questi giorni in redazione è stato recapitato il Meizu M1 Note, il primo grande phablet dell’azienda orientale. Scopritelo assieme a noi nella recensione completa.

Meizu M1 Note: la recensione

Sempre grazie alla nostra collaborazione con GrossoShop, in questi giorni abbiamo avuto l’opportunità di testare e conoscere da vicino il nuovo Meizu M1 Note, il primo vero e proprio phablet realizzato da Meizu per un range di utenti sempre più esigenti.

Estetica

meizu m1 note

Dopo avervi raccontato del contenuto della confezione del Meizu M1 Note, iniziamo la nostra recensione parlando dell’estetica. Il dispositivo è esattamente identico a quanto visto coi vari MX4 e MX4 Pro, forma leggermente arrotondata, con nessun tasto fisico sulla cover anteriore, sensore di luminosità/prossimità e fotocamera secondaria. La cover posteriore, invece, è realizzata in policabornato lucido (quindi si vedono tutte le ‘ditate’) con bellissime colorazioni (al momento sono disponibili in verde, bianco, rosa, azzurro e giallo).

Sicuramente è molto carino il ‘contrasto’ che si viene a creare tra parte anteriore/posteriore, con particolare riguardo sulle colorazioni dei terminali, in perfetto stile iPhone 5C. La cover posteriore non è assolutamente rimovibile, pertanto è stato integrato un piccolo slot da rimuovere per inserire le due differenti SIM.

Il Meizu M1 Note presenta un display da 5.5 pollici, con dimensioni leggermente superiori alla media: 150.7 x 75.2 x 8.9 millimetri di spessore, con un peso complessivo di 145 grammi. La scelta di realizzare uno smartphone leggermente arrotondata ha fatto in modo di facilitare l’utilizzo con una sola mano, nonostante l’ampio display da 5.5 pollici.

Interessante la scelta di posizionare il tasto di accensione spegnimento sulla parte superiore del dispositivo, una cosa, al giorno d’oggi, molto rara.

Hardware

Il Meizu M1 Note integra un display da 5.5 pollici Full HD con risoluzione a 1080 x 1920 pixel, 401 ppi, 16 milioni di colori e Gorilla Glass 3. Che dire, uno schermo davvero di tutto rispetto da far invidia anche ai più famosi top di gamma in commercio. A differenza di quanto visto con lo Xiaomi Mi Note, nel caso del Meizu M1 Note abbiamo colori leggermente più spenti, ma comunque dettagli decisamente precisi. Se state cercando un buon display, sappiate che nel Meizu M1 Note troverete un componente molto ampio e decisamente di qualità.

Il processore è un MediaTek MT6752 octa-core con frequenza di clock fissata a 1.7GHz e architettura a 64-bit. Sebbene il componente sia a 64-bit, essendovi ancora installato Android 4.4.4, il sistema lo riconosce come fosse a 32-bit, con risultati leggermente inferiori rispetto alle effettiva potenzialità del terminale. Il processore è accompagnato da una GPU Mali T760, sicuramente una delle migliori attualmente disponibili sul mercato. Dai test effettuati abbiamo raggiunto oltre 30’000 punti su AnTuTu, con grande fluidità di esecuzione con qualsiasi applicazione presente sul Play Store. Sicuramente un componente di grande fluidità, peccato che la qualità generale di un MediaTek sia effettivamente inferiore ad un Qualcomm o Exynos, ma sufficiente per i 200 euro a cui viene commercializzato.

Il Meizu M1 Note è un dispositivo Dual SIM in grado di integrare due differenti SIM (in particolare microSIM), per navigare in altissima velocità di navigazione (4G, compatibile con le reti italiane).

Concludono le specifiche tecniche 2GB di RAM, la connettività base: WiFi, bluetooth 4.0, A-GPS e microUSB, oltre che tutti i sensori possibili immaginabili: Accelerometro, Giroscopio, prossimità e bussola.

Fotocamera

Il Meizu M1 Note presenta un componente principale da 13 megapixel (con risoluzione a 4160 x 3120 pixel, dual flash LED e registrazioni video in FullHD), accompagnata da un secondario da 5 megapixel.

In condizioni di grande luminosità i risultati sono stati più che perfetti; indubbiamente la qualità e la ‘forza’ dei colori non è assolutamente paragonabile a quella di un sensore Sony, ma sicuramente di grande definizione, se confrontata a decine e decine di prodotti attualmente in commercio.

In condizioni di scarsa luminosità, invece, la fotocamera ha leggermente deluso. Senza attivare il dual flash LED, gli scatti sono stati fin troppo scuri, tanto da rendere assolutamente necessario l’utilizzo della ‘luce aggiuntiva’ per riuscire ad ottenere un risultato sufficiente.

Software

meizu m1 note

La parte software è sicuramente l’aspetto che rende maggiormente ‘diverso’ il Meizu M1 Note dagli altri smartphone Android. Il sistema si basa su Android 4.4.4, ma è comunque personalizzato interamente da Flyme OS. Dobbiamo dirlo, il Meizu M1 Note è sicuramente un grande dispositivo low-cost, ma per il software ‘deve piacere’. Per tutti noi che siamo abituati ad utilizzare un smartphone con Android, vedere Flyme OS è quasi come utilizzare un sistema operativo completamente differente: centro notifiche, browser, centro messaggi, tastiera, menù impostazioni e personalizzazioni varie completamente diverse.

Bello? forse non troppo, ma è sicuramente un qualcosa che ci permette di distinguere tutti i Meizu dal resto degli smartphone Android attualmente sul mercato. Essendo un dispositivo di importazione non troviamo pre-installate applicazioni, ecco quindi che potremo accedere solo ed esclusivamente ad alcune utility di base.

Il Meizu M1 Note viene commercializzato nelle versioni da 16, 32 o 64GB senza la possibilità di espandere la memoria interna tramite microSD.

Batteria e connettività

meizu m1 note

Il dispositivo presenta connettività base: WiFi, bluetooth e A-GPS, con connettività LTE per entrambe le SIM. Dai nostri test non abbiamo riscontrato particolari problemi nella connessione sia 4G, 3G o H+, anche in condizioni ‘estreme’, ovvero in aperta campagna.

Il Meizu M1 Note presenta una batteria non rimovibile da 3’140 mAh; il quantitativo è sicuramente sufficiente, sopratutto che le dimensioni del display sono decisamente elevate. Dai test, considerato un utilizzo medio, con chiamate di circa 1 ora, messaggistica intensa, navigazione in rete intensa e connessione dati sempre attiva, siamo riusciti a ‘durare’ per circa 2 giorni di utilizzo continuativo. Naturalmente, invece,  se avessimo iniziato a giocare con lo smartphone, la durata sarebbe scesa fino a raggiungere circa 1 giorno o poco più.

Prezzo

meizu m1 note

Il Meizu M1 Note può essere acquistato direttamente su GrossoShop al prezzo di 190 euro.

Conclusioni

meizu m1 note

Il Meizu M1 Note è sicuramente un ottimo terminale, sopratutto considerato il prezzo di vendita. Tra gli aspetti positivi troviamo:

  • Ottimo display
  • Fotocamera di alta qualità
  • Estetica quasi unica nel suo genere

Tra quelli negativi, invece:

  • Assente la possibilità di espandere la memoria tramite microSD
  • Flyme OS deve piacere
  • Processore performante, ma non troppo.

Lo acquisteremmo? sicuramente SI, il dispositivo è più che ottimo, se considerato il prezzo di vendita. Per qualsiasi dubbio, di seguito per la nostra recensione completa.