acer

Aziende come Acer hanno l’obbligo di alzare continuamente l’asticella che misura il livello della tecnologia su cui mettiamo oggi le mani noi utenti; smartphone, tablet, smartwatch, personal computer, notebook, convertibili devono sempre essere migliori ogni volta che una casa produttrice immette sul mercato un modello nuovo. D’altro canto, bisogna anche cercare d’innovare aprendo nuovi settori di mercato e proprio Acer ci prova presentando un prototipo a metà frà tablet e telefono fisso: Acer abTouchPhone.

Presente ad un evento svoltosi in settimana a New York, Acer non ha perso tempo nel presentare, fra numerose tipologie di devices, il suo ibrido che di certo è riuscito a catturare l’attenzione dei presenti.

Acer riprende la via dell’innovazione presentando un prototipo che dovrebbe unire le qualità del telefono fisso e dei tablet

Portare l’esperienza smart su di un telefono da ufficio potrebbe essere un’ottima intuizione. Acer con questo prodotto sembra voglia aggredire il mercato della telefonia da ufficio apportando le comodità che tutti possiamo sfruttare grazie a smartphone e tablet; la semplicità nel poter contattare qualsiasi numero direttamente dalla rubrica del telefono e poter muoversi all’interno della lista contatti grazie ad un ampio display sono sicuramente un plus che oggi difficilmente si può trovare in commercio, se non scegliendo soluzioni mobile.
Alle comodità già elencate si aggiunge anche la facilità nell’invio di messaggi, effettuare videochiamate nel massimo del confort oltre che sfruttare gli ampi speakers sia come vivavoce che per riprodurre musica.

Leggi anche:  Più bugie nei messaggi lunghi, lo dice la scienza

Facendo però un attimo mente locale, non si può affermare che Acer abTouchPhone sia un’invenzione assolutamente rivoluzionaria, comoda ed utile per l’ufficio sicuramente, ma non rivoluzionaria; inoltre non è ancora dato a sapersi, essendo un prototipo, se e quando sarà reso disponibile al pubblico.