Galaxy S6

Samsung Galaxy S6, S6 Edge e HTC One M9 sono i protagonisti indiscussi dei top di gamma Android di questi primi quattro mesi dell’anno, un confronto tra loro è inevitabile.

Tutti e tre sono stati presentati ufficialmente al MWC 2015 di Barcellona dove appena noti design e caratteristiche non sono mancate le critiche, per tutti e tre i device e per motivi differenti. Certo, accontentare tutti è impossibile, ma le critiche non sempre sono solo una questione di gusti e possono trovare riscontro nella realtà.

Prima di addentrarci in questioni spinose vediamo le caratteristiche tecniche generali da cui sono nate, portate avanti e ancora vive le critiche a questi tre top di gamma.

Caratteristiche Samsung Galaxy S6 (Edge) HTC One M9
Display SuperAMOLED QHD da 5.1 pollici e 577PPI IPS FullHD da 5 pollici e 440PPI
Processore Exynos 7420 octa core a 64 bit a 2,1GHz Snapdragon 810 octa core a 64 bit a 2GHz
GPU ARM Mali T-760 Adreno 430
RAM 3GB 3GB
ROM 32/64/128GB 32GB
Versione Android 5.0.2 Lollipop 5.0.2 Lollipop
Dimensioni 143.3 x 70.8 x 6.8 (142.1 x 70.1 x 7) mm 144.6 x 69.7 x 9.61 mm
Peso 138 (132) grammi 157 grammi
Fotocamera posteriore 16MP F1.9 OIS 20MP F2.2
Fotocamera anteriore 5MP 4 Ultrapixel
Batteria 2550 (2600) mAh 2840 mAh

Versione Android.

La versione Android installata è la 5.0.2 Lollipop con interfaccia caratteristica dei rispettivi marchi, la TouchWiz di Samsung e la Sense 7 per HTC. A parer mio Lollipop ha ancora bisogno di qualche aggiustamento e visto il rilascio da parte di Google di altri update come il 5.1 e che è già a lavoro su altri sembra proprio che a Mountain View siano d’accordo. Ognuno ha i suoi gusti per cui non darò un giudizio sulle interfacce ma mi limito a dire che entrambe sono ben ottimizzate.

Display.

Galaxy S6

Con il One M9 HTC ha deciso di mantenere lo stesso display del suo predecessore, sia in termini di diagonale che di risoluzione. I Galaxy S6 invece hanno un display con una risoluzione QHD pur mantenendo la stessa diagonale dell’S5. Capire i motivi di determinate scelte da parte di un’azienda è chiaramente impossibile però nessuno ci vieta di fare delle ipotesi. Come vedremo tra breve la batteria del One M9 non è il massimo in fatto di durata, montare un display QHD che richiede un consumo elevato ne avrebbe compromesso ulteriormente l’autonomia. Scelta diversa per Samsung che ha voluto portare il massimo possibile sul nuovo top dell’azienda per dare un taglio netto con gli errori del passato.

Vorrei mettere un accento su un punto che non ha fatto notare nessuno da quanto mi risulta e cioè che gli smartphone oggetto del confronto non hanno avuto un aumento del display e se pensiamo anche ad altri nuove versioni, come l’LG G Flex 2, le dimensioni del display sono addirittura diminuite, che ci sia un cambio di tendenza?

Processore.

Anche qui le scelte sono diverse, lo Snapdragon 810 per One M9 con tutti i problemi di surriscaldamento ben noti che hanno richiesto update volti a ridurre la potenza del processore ma dalla mia recensione direi che la cosa non si nota nell’utilizzo quotidiano. Per Galaxy S6 ed S6 Edge la scelta è ricaduta sul processore prodotto in casa, l’Exynos 7420 octa core a 64 bit a 2,1GHz realizzati con tecnologia 14nm FinFet. Dai benchmark quest’ultimo sembra offrire prestazioni migliori, nell’uso quotidiano non si notano grandi differenze se non un maggior riscaldamento del One M9 che può comportare un degrado delle prestazioni solo se il riscaldamento diventa eccessivo.

Il diverso processore comporta anche l’utilizzo di una diversa GPU, entrambe sono di livello ottimo.

RAM e ROM.

Per tutti e tre i device abbiamo 3GB di RAM e 32GB di memoria interna, per due Galaxy S6 sono disponibili altri due tagli da 64GB e da 128GB. Qui tocchiamo la prima questione spinosa quella dell’assenza della microSD sui dispositivi Samsung, è ancora presente lo slot per microSD sul device HTC. Come detto nella recensione del Galaxy S6 e del Galaxy S6 Edge la mancanza della microSD esterna si sente anche a causa di una valida alternativa cloud, OneDrive non la ritengo per nulla valida. A prescindere da ciò tutti e tre gli smartphone si comportano bene senza mai presentare problemi nell’utilizzo.

Dimensioni e peso.

Galaxy S6

Dimensioni e peso sono fondamentali per uno smartphone anche se non sempre gli viene data la giusta importanza. La variazione anche di pochi grammi può fare una differenza sostanziale e anche la forma non va sottovalutata. In questo HTC One M9 è, forse, quello messo peggio, ma anche l’S6 Edge non offre il massimo da questo punto di vista pur essendo il più piccolo e leggero dei tre. Quello che non mi piace sull’S6 Edge è l’effetto che le due cornici, poste quasi sul retro, offrono nell’impugnatura. Quindi fra i tre direi che quello più “ergonomico” è il Galaxy S6 Flat.

Fotocamera.

Galaxy S6

Ancora una questione delicata per HTC, prima affermava che gli Ultrapixel avrebbero cambiato il mondo poi si sono ricreduti ed hanno montato sull’M9 un sensore da 20MP che è si un miglioramento ma niente di drastico, la fotocamera fatica davvero tanto. Meglio la fotocamera di S6 che con 16MP è decisamente più performante di quella del One M9 anche se devo dire che mi aspettavo di più dal comparto fotografico di Samsung, bocciato lo zoom 8x.

Batteria.

Veniamo infine alle note dolenti per tutti, la batteria. Chi sta messo peggio è di certo il One M9 che, caso strano, è quello che ha la batteria con capacità maggiore anche se di poco. Il voler realizzare smartphone sottili e leggeri comporta un compromesso quello di avere batteria più piccole sia in dimensione che capacità, è il caso dei Galaxy S6 che con 2550 mAh e 2600 mAh non brillano per durata. Men che meno l’M9 con una batteria da 2800 mAh ha una durata a dir poco scandalosa. Che sia anche colpa di Lollipop? Questo dubbio mi attanaglia da tempo.

Effetto wow.

Con S6 ed S6 Edge l’effetto WOW è presente con il One M9 no. Quella di HTC è stata una scelta, giusta o sbagliata che sia lo diranno le vendite, l’azienda ha deciso di portare solo un miglioramento al One M8 e nulla più. Samsung con i due novi top invece ha deciso di cambiare rotta e per farlo ha fatto anch’essa delle scelte che in questo caso sembrano ripagate dalle vendite nonostante i prezzi elevati.

Galaxy S6

Nell’uso quotidiano non si può negare che i due Galaxy S6 sono migliori in praticamente tutto dalla velocità di gestione del dispositivo, alla visibilità diretta sotto la luce del sole. Dalla personalizzazione sempre elevata del proprio smartphone Galaxy, alla realizzazione di scatti di ottimo livello e anche alle cuffie in dotazione di qualità superiore.

Lo scorso anno HTC ha sbagliato con la fotocamera, quest’anno per rimediare a quell’errore ha sbagliato completamente strada.