riconoscere un cloneCon il proliferare di dispositivi fake sempre più simili alle controparti originali, diventa sempre più difficile riconoscere un clone. Se per alcuni device basta semplicemente guardare alcuni elementi estetici come la scocca o i materiali, per altri bisogna andare ad analizzare l’hardware all’interno per decretare la bontà di un dispositivo. In questo senso ci viene in aiuto un’applicazione molto utile, dello stesso team di AnTuTu, chiamata AnTuTu Officer.

Con l’annuncio ogni giorno di sempre nuovi dispositivi che andranno a rinfoltire la già enorme line up di smartphone Android, diverse aziende perlopiù cinesi tentano di emulare i vari colossi della telefonia offrendo dispositivi completamente simili alle controparti originali (ma con hardware decisamente scarso) nel tentativo di bluffare il consumatore meno attento. Più un dispositivo è di successo e più probabile sarà la presenza di un clone pronto ad invadere il mercato. Prima di acquistare uno di questi dispositivi, occorre studiarlo bene per riconoscere un clone e non incappare in una truffa.

Nella stragrande maggioranza dei casi, per riconoscere un clone basta semplicemente guardare il dispositivo all’esterno. Molti cloni infatti presentano una scocca decisamente più cheap della controparte originale, con scritte mancanti e/o modificate. Talvolta basta anche solo guardare il display: molti cloni infatti montano schermi con una risoluzione più bassa rispetto agli originali, subito riconoscibile anche alla vista. Ultimamente però i dispositivi fake sono riusciti a migliorare anche questi aspetti, e diventa difficile riconoscere un clone semplicemente guardando la scocca.

Cosa fare quindi se ci troviamo davanti ad un fake veramente ben fatto? Ci viene in aiuto AnTuTu Officer, un’applicazione dello stesso team che si occupa dei benchmark che tanto ci piacciono, il quale analizzando un numero di variabili e impostazioni, può facilmente farci sapere se ci troviamo di fronte ad un dispositivo originale o meno.

AnTuTu Officer, l’app per riconoscere un clone facilmente e velocemente

[pb-app-box pname=’com.uzywpq.cqlzahm’ name=’AnTuTu Officer’ theme=’discover’ lang=’it’]

Scaricate l’applicazione dal badge qui sopra e installatela. Una volta aperta potrebbe chiedervi di essere aggiornata. Date l’ok e vi ritroverete su una schermata come questa:

riconoscere un clone

Premendo sul tasto START, AnTuTu Officer farà partire la vostra fotocamera e un lettore di codici QR. A questo punto avrete bisogno di un PC o di un altro dispositivo in grado di andare sul web, e precisamente sul sito y.antutu.com. Il sito in questione mostrerà un codice QR che prontamente dovrete scannerizzare con il vostro dispositivo. L’operazione richiederà alcuni secondi, e a seconda del risultato avrete due possibili schermate:

riconoscere un clone

In questo caso potete dormire sonni tranquilli: il vostro dispositivo è originale e non vi trovate di fronte ad un clone. Discorso contrario se invece vi trovate davanti una schermata come questa:

riconoscere un clone

Pessime notizie! L’applicazione ha in questo caso riconosciuto un clone, e quindi siete stati presi in giro dal venditore.

State sempre attenti quando acquistate un dispositivo, soprattutto se usato. L’agguato è sempre dietro l’angolo e dovete prendere in considerazione diverse variabili affinché possiate riconoscere un clone ed evitare di subire una truffa.