smartphone
Ci risiamo, ennesime critiche alla crittografia sui nostri smartphone, questa volta direttamente da Obama, il presidente degli stati uniti d’america, vediamo i dettagli!

Tutto è iniziato dalle dichiarazioni di Cameron sugli attuali sistemi di criptazione usati da Whatsapp, sistemi che stando alle sue dichiarazioni sarebbero davvero un grosso ostacolo alla sicurezza nazionale in quanto permetterebbero di nascondere eventuali messaggi e soprattutto permetterebbero di eludere tutti i sistemi di sicurezza, oltre che essere un enorme ostacolo ad eventuali indagini.
Le dichiarazioni di Obama sono chiare, la criptazione è un bene, deve esistere, tuttavia, servirebbero delle eccezioni che permetterebbero alle forze dell’ordine di decriptare e quindi leggere, le varie discussioni e le varie informazioni che circolano sui devices criptati, insomma, una sorta di backdoor o una chiave di decriptazione universale, da usare in casi eccezionali.
Hanno ragione?
Beh, se il fine è quello di tenerci al sicuro, assolutamente si, tuttavia ci sarebbero da esaminare i vari trascorsi in merito, non dimentichiamo infatti che la criptazione è stata introdotta proprio a causa dell’abuso di posizione dei governi, soprattutto quello americano, sulle intercettazioni, si sa infatti che spiare persone innocenti è un male e in questo la NSA ha davvero esagerato, costruendo infrastrutture atte a raccogliere dati e schedare milioni di persone in tutto il mondo, violando privacy senza apparenti validi motivi.
Staremo dunque a vedere come finirà la faccenda, ovviamente, speriamo che ne la privacy, ne la sicurezza di tutti noi venga a mancare!
[via]