virus android

I virus Android rappresentano un grande pericolo per gli utenti, soprattutto per i possessori di uno smartphone cinese, visto il trojan che è stato scoperto preinstallato in alcuni dispositivi.

I virus Android suscitano molta preoccupazione negli utenti, spesso indecisi se installare o meno un antivirus Android sul proprio smartphone o tablet. I virus Android infatti, esattamente come quelli che possono infettare i computer Windows, possono risultare molto pericolosi, per questo bisogna sempre prestare attenzione alle app Android che installiamo sui nostri device ma anche ai dispositivi stessi.

Infatti è stato scoperto un virus Android presente già al momento dell’acquisto, in quanto preinstallato, all’interno di alcuni smartphone cinesi. Questo malware, presente su alcuni smartphone di fascia bassa e tablet venduti in paesi dell’Asia e dell’Africa è un Trojan di origine cinese che si attiva solo in determinate condizioni ma che può essere molto pericoloso. Il malware è stato soprannominato DeathRing e pone un’ app suoneria incorporata nella cartella di sistema del dispositivo, rendendone impossibile la rimozione. Il malware a sua volta può scaricare altri virus, incrementando quindi ulteriormente le minacce.

Come funziona questo virus Android

La società di sicurezza mobile Lookout afferma che DeathRing è presente su alcuni prodotti forniti da produttori di Paesi come Vietnam, Indonesia, India, Nigeria, Taiwan e Cina. Le infezioni sono stati avvistate anche in altri paesi come Kenya, Tanzania e Uganda. Le capacità del Trojan sono di effettuare il download di brevi messaggi di testo e contenuti WAP dal suo server di comando e controllo. Questo viene fatto per ingannare le vittime e spingerle a rivelare informazioni personali che possono essere utilizzate per le successive attività dannose. Può anche scaricare APK aggiuntivi, che aumenterebbe la possibilità di accesso alle informazioni memorizzate sul dispositivo. I ricercatori dicono che DeathRing non si attiva subito e che inizia a funzionare solo dopo che il dispositivo si riavvia per cinque volte o “dopo che la vittima è stata assente e presente sul dispositivo, almeno cinquanta volte.”

Quali sono i dispositivi affetti da questo virus Android

Lookout ha anche fornito un elenco di dispositivi interessati da questo virus Android, e comprende sia smartphone di fascia bassa che cloni di prodotti provenienti da rinomati produttori come Samsung (Galaxy S4, Galaxy Note 2). Altri dispositivi individuati da Lookout sono telefoni TECNO, Gionee Gpad G1 / GN708W / GN800, Polytron Rocket S2350, Hi-Tech Amaze Tab, Karbonn TA-FONE A34 / A37, Jiayu G4S, e Haier H7. Non è la prima volta che vengono scoperti dei virus Android preinstallati negli smartphone, soprattutto in quelli di fascia bassa che sono ovviamente i più diffusi. Oltre all’adozione di una soluzione di sicurezza, Lookout consiglia sempre di verificare l’origine del dispositivo acquistato e controllare le spese che potrebbero essere sospette su base regolare.

via